9 luglio 2012

Lunedì 9 Luglio 2012



 Link

Mancano meno di due mesi al nostro trasferimento inglese, indi per cui ho deciso di creare una nuova etichetta qui sul blog, London Life, sotto la quale in seguito posterò foto e aneddoti sulla futura vita inglese.

Abbiamo trovato una sistemazione di cui vi parlerò più avanti quando anche io ne saprò di più, per cui una gatta da pelare è già... stata pelata.

Dani ha raccolto un bel po' di soldini ed anche io ho il mio malloppo da parte, quindi siamo e saremo tranquilli per almeno un paio di mesetti.

Daniele, pur non conoscendo l'inglese, è avvantaggiato per quanto riguarda i lavori manuali. Andrà in tutti i job center proponendo il suo curriculum, magari per lavori nella muratura, ma anche nei ristoranti come lavapiatti o cameriere.

Io mi proporrò come commessa, come cameriera nei fast food o come nanny.
Mi piacerebbe iniziare da Camden Town, così non farebbero neanche storie per piercing e tatuaggi e potrei migliorare lingua e lavoro in un negozio piccolo senza avere a che fare già da principio con enormi store in centro. Anche perchè non prenderebbero certamente me i negozi più famosi, con tutti i curricula che ricevono!

Da quando non ho più la macchina, la situazione a casa non è delle migliori. Chiedere passaggi ai miei o fare a turno con mia sorella minore per guidare è uno stress assurdo. Non ce la faccio più.

Quando me ne andrò, potrò finalmente fare affidamento solo su me stessa, e con Daniele affronteremo anche la convivenza che non mi sembra roba da poco. O la va o la spacca.
Stiamo insieme da quasi tre anni alla fin fine. Certo, io mi distraggo facilmente e lui è spesso sulle sue, dato che si scoccia anche a campare, ma chi vivrà vedrà.
Lui sta spesso a casa da quando è al risparmio e odia la sua macchina (almeno lui continua ad averne una!), mentre io e Gladis preferiamo uscire, andare a ballare e divertirci. Quando avremo le giornate impegnate dal lavoro, sarà bello però tornare a casa e stare insieme a piccioncinare. O magari uscire, dato che io almeno un paio di volte la settimana so già che vorrò sfidare la stanchezza andando a zonzo per la città.

Mancano due mesi. Eh, sembra ieri che ho deciso di partire. Sembra ieri che Daniele si è ritrovato a dover scegliere cosa fare.

Sono un po' in ansia per la valigia. Non dico che devo portarmi tutto l'armadio, ma non posso neanche partire con nulla, dato che ciò significherebbe spendere soldi lì per comprare l'indispensabile. So già che riuscirò anche in questo però, quindi in effetti la preoccupazione è poca.

Finalmente vivrò in un paese freddo. Niente più sudore assurdo, protezione 50, pareo che mi eviti l'abbronzatura in spiaggia, capelli raccolti alla pene di cane e via discorrendo.

Freddo, sciarpone, calzamaglia, cappotto. Non amo il freddo, ma odio il caldo e ciò mi basta per voler fuggire.
Ombrello in borsa sempre e comunque, guanti che impediscano alle mie mani di diventare viola e scarpe che faranno ciac ciac.

Chissà cosa ci aspetta. Chissà come sarà.

.


51 commenti:

Anonimo ha detto...

Solo un consiglio: non avere aspettative troppo alte perché una volta là, anche se ora reputi Londra la città dei tuoi sogni, potresti trovarti male. E in quel caso è meglio essere preparati per non rimanere troppo delusi rendendosi conto di aver toppato .Londra è una città difficile in cui vivere già per gli inglesi, figuriamoci per gli altri. E Catania sarà anche una schifezza come ci tieni sempre a ricordare tu ma è pur sempre casa tua e mai e poi mai ti sentirai a casa tua come a Catania.

D ha detto...

Ciao!
Un paio di anni fa pensavo anche io di trasferirmi a Londra... era quasi tutto deciso ma poi ho trovato un lavoro a tempo indeterminato e non me la sono sentita di rinunciare... io non sono una ragazzina, ho 32 anni e una casa da mandare avanti... però a volte rimpiango la mia scelta.
Quando si era trattato di partire mi ero informata su quanto mi sarebbe costato portare peso extra nel bagaglio. Come dici tu è inutile ricomprare tutto da capo, ma bisogna anche capire se dal punto di vista economico ti costa di meno portartelo dall'Italia o comprartelo nuovo a Londra!
In bocca al lupo =)

p.s. Io commento pochissimo ma ti seguo dall'inizio della tua esperienza del blog (anche su splinder, con un altro nome). Ti faccio i complimenti per i progressi che hai fatto, sia fisicamente che psicologicamente.

Anonimo ha detto...

Oggi ti ho vista in piattaforma :)

Anonimo ha detto...

durerai meno di una scoreggia :)

Cupcakes ha detto...

Primo Anonimo , si dice che nessun posto è come casa ed io ci credo, ma voglio fortemente riuscire nell'intento di vivere a Londra, che è una cosa che sogno da anni. Mi mancherà la mia famiglia, mi mancheranno gli incontri che faccio qui, mi mancheranno le mie amiche che rimangono (anche se sono di più quelle che vivono già fuori), mi mancherà il cibo e mi mancheranno le mie abitudini. Me ne farò di nuove, spero.

D., purtroppo qui possibilità di avere conratti a tempo indeterminato non ce ne sono, a meno che non si sia raccomandati. Le paghe sarebbero comunque basse. La gente resterebbe quella che è e il caldo anche, quindi vediamo come va fuori e speriamo bene!

Anonimo 18:19, oddio, ma che vergogna!
Ero in costume, grassa e cellulitica!
Ma potevi fermarmi comunque. Mi sarei vergognata ma avremmo potuto fare quattro chiacchiere =)

Anonimo ha detto...

Ti auguro un sincero in bocca al lupo, spero nel tuo successo e nella tua felicità.
Ma non dimenticare che a Londra BISOGNA farsi un gran culo, sapere bene la lingua e adattarsi ad una città molto cara. Perciò tieni duro i primi tempi, poi vedrai che se ti sacrifichi e impegni al principio potrai costruirti un futuro lì che non sia il lavapiatti per Dani e la cameriera chissà dove per te, dal momento che i lavori manuali di questo genere non consentono la stabilità a la crescita a lungo termine.
Comunque è pieno di posti a Londra dove cercare lavoretti e vedrai che così prossimi al Natale come sarete una volta lì, troverete di certo qualcosa per i primi tempi e poi si vedrà.
Tienici aggiornati e auguri ancora!
Lilla

Anonimo ha detto...

Sono contentissima per te!!!Io posso solo sognare di trasferirmi in un paese straniero....per ora non mi arrendo...ma la resa è vicina...
BUONA FORTUNA!!!

vicky love ha detto...

ti seguo baciii :P

Anonimo ha detto...

ma come fa dani a pensare di venire a londra senza parlare nemmeno un po' di inglese, è indispensabile anche se fai il muratore....mica siete emigranti del 1800, le cose sono un po' cambiate e avete avuto tutto il tempo per organizzarvi, ormai i corsi di inglese te li tirano dietro non c'è bisogno di spendere chissà quanti soldi.
Anche tu dici di aver già messo da parte abbastanza soldi e di esserti organizzata ecc ecc ma i soldi messi da parte non sono mai abbastanza se vuoi sperare di fare una vita almeno dignitosa, e avere qualche soldo in più quando partirai non significherà necessariamente mettersi col culo comodo una volta arrivata, ma semplicemente avere un minimo di tranquillità in più visto che nanny e lavapiatti non hanno vita facile ne in italia ne a londra. la vita e gli affitti costano cari e finiti i risparmi potrai anche scordarti shopping e serate fuori, meglio avere qualche soldo da parte in più mentre ti sistemi, e per sistemarti come si deve potrebbe volerci anche più di qualche mese. A me non sembri del tutto consapevole di cosa comporti un trasferimento, spero per te che questo 'viaggio' non duri troppo poco.

Anonimo ha detto...

Ti auguro un in bocca al lupo!! anche io presa la laurea (meno di un anno) ho intenzione di trasferirmi, ma non all estero...speriamo che la fortuna ci assista(anche quella serve)!! ^___^

V.

お菓子 Okashi Lau ha detto...

sappi che ti invidio all'ennesima potenza!!!!

Serena ha detto...

Sconsigli spassionati da chi a Londra ci vive e lavora da un po':

1. è vero che un po' di inglese serve ma quando sei qui e sei un po' sveglio lo impari. Almeno così mi dicono amici. State lontani da scuole di lingua, carissime e inutili a mio parere. Ottimo invece uscire non solo con italiani.

2. Oltre a Camden (che personalmente non amo molto). Prova a east london (io sto qui). Piercing e tatuaggi non sono di certo un problema! L'unico problema è che se sei in un negozio piccolo l'inglese lo devi sapere bene altrimenti non ti lasciano sola ad assistere clienti.

3. Perciò, io proverei in posti tipo h&m o catene "meno formali" (non zara per dire). Proprio perché hanno tante persone se non sai tanto bene l'inglese ti piazzano nel magazzino e un po' nello shop floor e hai tempo di ambientarti e imparare.

4. Poi c'è la classica opzione di ristorante italiano

5. Ultima cosa, non so se tu ne abbia o no ma qui richiedono almeno un'esperienza lavorativa nel settore (vera o presunta =)

Per il resto good luck! Io sono qui da Settembre per un master, ho lavorato in due posti (cameriera e commessa) e finalmente ora ho un lavoro vero per ciò che ho studiato. Quindi ce la si può fare =)

Serena

FrencyMammaStrega ha detto...

Non vedo l'ora di leggere della tua vita inglese, perchè sono certa che riuscirai, come sei riuscita in tutto ciò in cui hai creduto finora.

Lucy Van Saint ha detto...

In bocca al lupo, tesoro! Questo tuo essere coraggiosa è l'inizio di bellissime cose per te, lo sento. :-)

Anonimo ha detto...

io non ho grandi simpatie per londra e nè tantomeno per gli asettici londinesi... mi è bastata la mia breve esperienza in terra anglosassone e mai ci ritornerei, fosse per me vivrei in africa.

ciao ciao
bybl

Violet ha detto...

in bocca al lupo per tutto, è bellissimo avere un sogno così grande e qualcuno che ci segue :) eh sì i primi tempi sono brutti ma poi si sopravvive! un mio amico vive a Londra da 7 anni ormai, ed è partito così, in cerca di fortuna, iniziando dal lavorare in un ristorante giapponese... spero che a voi vada tutto bene, vi invidio tantissimo!!!

Anonimo ha detto...

serena ma che dici? almeno imparare le basi non ti sembra indispensabile per trasferirsi in un nuovo paese e per poter comunicare un minimo con la gente che ti circonda? E' OVVIO poi che il grosso lo impari sul campo e nessuno ha detto di spendere chissà quali cifre qua per andare al british o per fare il toefl. i corsi di inglese per principianti li fanno anche al mio paese per poche decine di euro.

Cupcakes ha detto...

Per tutti : Grazie per le belle parole e gli incoraggiamenti, mi servono proprio, anche se manca ancora un po' alla partenza.

Io credo che avere le basi d'inglese sia importante. Ma Daniele che è a zero dove avrebbe dovuto imparare? Certamente non ha un migliaio di euro da spendere per un corso d'inglese intensivo, e non ha neanche una buona linea adsl per farlo online -.- Qualche nuovo termine l'ha imparato, ogni tanto mette in fila un paio di frasi e secondo me sul posto lo imparerà ancora meglio.
Io che a modo mio lo capisco bene, non sono molto brava a parlarlo, ma in qualche modo faremo.

Serena , grazie per i tuoi preziosi consigli.
Io ho paura di fare figuracce durante i colloqui, ed è per questo che speravo di iniziare da negozietti ammuzzo e non da grandi catene. Nelle botteghe di Camden cercano spesso ragazze che stiano all'ingresso o che comunque non debbano parlare molto, però il colloquio credo sia più semplice di quelli che fanno in catene come H&M. Il lavoro magari sarebbe più facile e meno a contatto con la clientela, ma il colloquio mi spaventa e non poco.
In che zona east mi consigli di cercare? Qualcuna in particolare?
Io ho esperienza come babysitter, anche con disabili, quindi come nanny potrei scrivere quello. Altre esprienze presunte... saranno presunte ma non mancheranno =D

Enid Birch ha detto...

Sei cambiata tanto da quando ti seguivo su splinder anni ed anni fà ed io ti percepisco migliorata enormemente: sia sotto il profilo caratteriale che fisico :) A discapito di quello che pensano gli anonimi o anche tu nei momenti di noia e sconforto, non sei una stupida Giuliana: maturità e coscienza non ti mancano, son sicura che ce la farai!

Anonimo ha detto...

vai a londra per fare esattamente cosa?

hahahahaha idiota

D ha detto...

Ma scusa, caro anonimo...
Se lei è giovane, non ha una famiglia a cui provvedere, non ha prospettive lavorative in Italia... deve andare a Londra per un motivo particolare? Vive un'esperienza, impara una lingua, conosce una nuova cultura. Può darsi che le andrà bene, e rimarrà in UK a lungo. Può darsi che andrà male, e tornerà a casa in 6 mesi.
L'idiozia è nelle persone che commentano a casaccio blog che non trovano interessanti, perdendo tempo a lasciare commenti offensivi e senza neppure le palle di firmarsi.

blondebenedicte ha detto...

In bocca al lupo per tutto :)
xxx

Anonimo ha detto...

Forse il più bel post di sempre,
la nascita dell nuova etichetta per metterci dentro le nuove esperienze, la tua maturità, da quanto tempo aspettavi questo giorno? Ormai ci siete quasi,vedrai che andrà bene sia per che per Dani che per la vostra coppia.

SW

Sluggard ha detto...

Cup, ma se Daniele arriva là e si trova malissimo (cosa molto probabile se per lui l'inglese è sanscrito) e decide di tornare indietro, tu mica lo segui, VERO?

Anonimo ha detto...

Ciao! Sono Eli sloggata (non riesco a fare il log in con il mio account, sorry!).
Volevo dirti che per me a livello economico, vale la pena portarsi una valigia in piu' in aereo (oltre a quella consentita), ma per il resto non ti consiglio di portarti altro. Le case la' sono gia' ammobigliate con cucine piene di tegami e cose cosi', quindi le uniche cose che ti servono sono vestiti. E' vero che London e' cara ma e' anche vero che i vestiti si trovano davvero a prezzi ottimi, quindi io proverei con due valigie e stop.
Ho cercato in giro diverse options in passato, ma nella mia esperienza a meno che tu non abbia cose di grande valore, non ne vale la pena.

Secondo me fate benissimo ad andare e sono sicura sara' una bellissima esperienza di vita e culturale per entrambi. Fra l'altro, l'italia purtroppo non offre molto al momento, quindi non vedo perche' non provare alternative!
Conosco gente che e' andata negli UK non sapendo la lingua, e si sono trovati bene, altri che sapevano la lingua benissimo eppure non hanno avuto una bella esperienza! alla fine queste cose sono personali. Se non vi troverete bene, ci penserete quando e se succedera'!

Un grandissimo abbraccio!
Eli

Anonimo ha detto...

Torno da Londra dopo due mesi, partita anche io all'avventura. Mie impressioni a caldo:

1) si può vivere a Londra senza parlare perfettamente l'inglese, si impara sul posto e soprattutto tieni a mente che a Londra incontrerai più gente emigrata come te che inglesi. Quindi fatti coraggio e buttati nelle conversazioni, inoltre a Londra si respira la libertà, nel senso che nessuno ti giudica o anche lo facessero è gente che difficilmente reincontrerai data la vastità della città. Inoltre, sei lì per imparare, quindi tira avanti per la tua strada!

2)il mio amico, partito insieme a me, che l'inglese non lo parlava e non lo capiva, all'inizio ha trovato un lavoro come lavapiatti, sottopagato è vero però gli ha permesso di pagarsi l'affitto del primo mese e continuare a cercare lavoro, ora è migliorato nella lingua e ha trovato un lavoro in una catena di ristoranti dove viene pagato molto bene. (ci tengo a precisare che non aveva neanche mai fatto il cameriere, questo per dire che di occasioni, se hai voglia di fare, ce ne sono)

3) i corsi di lingua non sono inutili, inutili è farli dall'italia se non hai un insegnante di madrelingua. A londra trovi corsi per tutte le esigenze, quindi non disdegnare, una volta che avrai risolto l'aspetto economico, ad iscriverti ad un corso per migliorarti e per imparare meglio (io ho seguito il metodo della Callan School e mi sono trovata bene)

4)se hai contatti a Londra cerca di non affidarti alle agenzie immobiliari per trovare casa perchè è una spesa inutile, fatti aiutare tramite atri canali (tipo Gumtree.co.uk)

5) Niente paura, le cose verrano da sè, se hai entusiasto riuscirai a superare anche le prime difficoltà. Enjoy your time!

Marina

Cupcakes ha detto...

Enid Birch , ti ringrazio tanto.

Sluggard ... no, non lo riseguirei in Italia.

Marina , grazie per aver detto la tua.
Ho varie conoscenze di italiani a Londra e devo dire che la metà non parlava benissimo l'inglese ma è riuscita lo stesso a farsi lì una vita, quindi spero che anche noi potremo fare lo stesso.
Tutte le volte in cui sono stata a Londra (ma credo che molti stati siano così e non solo l'Inghilterra) mi sono sentita davvero LIBERA di mostrarmi per come volevo, eccessi compresi. E' una sensazione davvero bellissima.
La casa l'abbiamo già trovata senza agenzia, e so che esistono anche dei corsi d'unglese gratuiti lì. Un po' confusionari ma comunque gratuiti, quindi penso ci affideremo ad uno di quelli.

Per tutte , di nuovo grazie =)

Serena ha detto...

Per quanto riguarda la conoscenza dell'inglese quello che intendevo io era proprio quello: è ovvio che serva ma sono la prima ad aver conosciuto parecchi spagnoli e italiani che non spiccicavano parola e venivano assunti (lavapiatti, magazzinieri e cose così).

Se ci pensi è davvero pieno di stranieri (tipo dal pakistan) che vengono qui senza chiaramente sapere la lingua né potersi permettere un corso di inglese e qui ci stanno con una minima conoscenza dell'inglese. Certo il rischio di ghettizzarsi è forte (ovvero uscire solo con italiani e via dicendo), ma non andare in posti perché non si sa bene la lingua mi sembrano opportunità sprecate.

Quando dico East London intendo Brick Lane, Shoreditch e posti così - molto meglio di Camden a mio parere. Ah tra l'altro c'è un posto in Columbia road (dove fanno il mercato dei fiori la domenica) che si chiama Campania Gastronomia (o simili) che sta assumendo, lì sono italiani chiaramente ma per iniziare è stra carino davvero, dagli un'occhiata (credo abbiano un sito internet).

Per quanto riguarda i corsi di inglese pagati secondo me sono da evitare come la peste (soprattutto la Callan). Guarda davvero la cosa migliore è farsi amici stranieri.

In che zona hai casa?

xx

Serena

RamyRamy ha detto...

hai davvero tanto coraggio cup...cambiare vita e affrontare tante cose nuove. ti invidio per questo tuo slancio che vorrei tanto avere anche io!!! anche se c'è ancora tempo, auguroni per tutto... *_*

Anonimo ha detto...

ma cosa c'è da invidiare in una che a catania non studia, non lavora e pensa solo ad ammuffire e fare shopping? Andare a Londra per lei è una scappatoia, qui in Italia non ci ha nemmeno provato....vuole soddisfare il suo capriccio di andare a vivere in quella città che tanto le è piaciuta durante le vacanze, e basta. credo sia normale che con così poca voglia di impegnarsi qua, l'unica cosa cosa che le venga in mente di fare è cambiare paese, perchè a londra fa più figo vivere, fa più figo fare la nanny, fa più figo perchè puoi lavorare nei negozi senza essere giudicato per i tatuaggi, fa più figo dire agli amici "vivo a londra" piuttosto che "vivo a catania e cerco di farmi il mazzo a catania". Il vero coraggio non sta nello scappare all'estero trovando scuse pietose per trasferirsi, io trovo molto più coraggioso chi non può trasferirsi all'estero perchè non ha le possibilità per soddisfare il proprio capriccio e allora cerca di sopravvivere qua, facendosi il mazzo sul serio. Ah, comunque in tutta italia è pieno di ragazzi con piercing e tatuaggi che lavorano in negozi di abbigliamento o simili...non c'è alcun bisogno di andare all'estero.

Anonimo ha detto...

VERGOGNA A CHI A LASCIATO SOLO COMMENTI NEGATIVI : NON SI FA.

Capisco che la tipa in questione possa piacere o meno .. ma bisogna essere sempre positivi nelle cose, in tutte le cose.

Ora veniamo a noi.

Devo dirti carissima, che da quel po' che ho visto del tuo blog .. leggiucchiandoti ogni tanto ... mi meraviglia molto che tu insieme al tuo ragazzo vi siate armati di coraggio ed incoscenza per lanciarvi in questa incredibile, quasi assurda, esilarante esperienza.

Quindi se ho capito bene.. hai.. avete proprio deciso di tentare la strada del trasferimento "definitivo".. armi e bagagli. Sappi che i passi da fare sono molti e occorre pianificazione ( oltre che entusiasmo ) comunque la cosa mi piace. Devo dire che mi hai sorpreso!

Non mi sarei mai aspettato da una ciambella obesa con mille problemi e difficolta' organizzative come te .. un po' ( tanto ) con la testa tra le nuvole ... una decisione del genere.

E DICO AGLI ALTRI .. SIA QUEL CHE SIA... CORAGGIO ... INCOSCENZA .. ETC... queste uscite "ciambelliche" mi piacciono ! BRAVA !

Non vedo l'ora che passino questi due mesi .. per leggere delle tue mirabolanti avventure.

Non so cosa altro aggiungere.. bravi ad ambedue.. e se son rose fioriranno .. altrimenti boh..

Una sola domanda.. ma minga stai prendendo questa cosa come una forma di sperimentazione.. della serie ci proviamo .. ma non ci impegnamo ? Una vacanzina hippie ?MI CONFERMI CHE VUOI PROPRIO TRASFERIRTI STABILMENTE, LAVORO, ASSICURAZIONE, CASA, AUTO, MATRIMONIO, FIGLI, NIPOTI, ETC, ETC.

Sappi che ti sei guadagnata un lettore fisso.

Stefano

( o se preferisci chiamami pure Steven cosi' fa piu' londinese )

Anonimo ha detto...

Ho letto meglio un po' di commenti...

UNA PICCOLA AGGIUNTA CHE MI SENTO DI SOTTOLINEARE ...

La parola chiave in tutto questo e' LIBERTA' .. essere LIBERI

Va, che la ripetiamo un po' questa parola cosi' importante...

LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'...LIBERTA'

Ecco .. adesso é chiaro per tutti il senso della scelta della nostra ciambella un po' ignorantotta.. un po' terronica... un po' molto credulona... ma ricordate o voi anonimi ... le piccole ciambelle crescono !


Steven

Anonimo ha detto...

SONDAGGIO :

Voi cosa preferite tra questi 3 :


- Steve
- Steven
- Stephen

Anonimo ha detto...

Non c'è che dire...il tuo blog è infestato da anonimi (e non) che durante l'ora d'aria, fuori dalla stanzetta con pareti imbottite e momentaneamente senza camicia di forza, passano qui a lasciarti un commento... :)))
M.

Sluggard ha detto...

Io voto Steve, come quello di otto sotto un tetto. Noto delle somiglianze.

Anonimo ha detto...

L'anonimo delle 10.00 ha lasciato il commento più sensato, e non vale per Cup ma in generale. Un conto è progetto serio di vita, che comprendo un programma definito competenze e motivazioni, un conto è un capriccio. Cup secondo me il tuo è solo un capriccetto e neanche troppo originale, è un'esperienzache potresti fare chessò un'estate ma che alla lunga non ti porterà a nulla, secondo me ovviamente.

Steve Steven etc. chiamati come ti pare ma ti prego riapri un libro ogni tanto,incoscIente!!!

Irene

Cupcakes ha detto...

Per tutti: desidero vivere a Londra da prima ancora di vederla con i miei occhi. Avevo una decina d'anni quando dissi a mia madre che volevo andarci, e ricordo ancora che lei mi diceva che anche lei aveva quel sogno da piccola e che io avrei almeno potuto realizzarlo. POi l'ho effettivamente "toccata con mano" e ho avuto la certezza che quel posto fosse adatto a me.
E adesso ci andrò a vivere.
NOn credo di essere coraggiosa perchè vado via, ma credo non sia coraggioso neanche restare qua ad arrancare.
Io non vado via perchè qui non c'è lavoro: vado via perchè quello è il posto dove sogno di vivere la mia vita.

Serena , Seven Sisters.
Dicono non sia una delle migliori zone, ma alcuni amici vivo lì da un paio d'anni e non hanno avuto problemi. Spero di non averne neanche io in futuro.

Stefano , la tua ironia e la tua simpatia non rientrano fra ciò che io reputo ironico e simpatico. Ti invito a non commentare più o a lasciare commenti decenti. Se vuoi insultare insulta ma senza giri di parole e falso buonismo, o appunto ironia spicciola, altrimenti cancellerò i tuoi futuri commenti.

Anonimo ha detto...

Allora ragazzuole,

Mi pare di capire che tra voi e la ciambella del blog che chiameró Julian(s) ... non corra molto buon sangue.

Probabilmente anche da molto tempo. Insomma vi odiate.

Ecco lasciate che vi dica questo .. superate il vostro odio personale e siate obiettive.

La ciambella potrá piacere o meno ( e difatti anche se la difendo in questa circostanza le ho anche rivolto delle critiche ) PERO' dovete riconoscere che non se ne sta seduta sulla sedia a piangere e brontolare.

Si capisce che ha voglia di cambiare, di migliorarsi ... forse, anche se non le azzecca sempre .. pero' ha DI SICURO voglia di cambiare.

ESEMPI DI CAMBIAMENTI POSITIVI :

(1) Dieta vegetariana
(2) Lavoretti sparsi
(3) Trasferimento a londra
(4) trovarsi un lavoretto a londra

ESEMPI DI CAMBIAMENTI NEGATIVI :

(1) Tatuaggi ( che fanno cagare )
(2) piercing
(3) Abbandonato l' Universita'

Poi credo di condividere con alcune di voi l'idea che mi sono fatto di una persona un pochino grezza se possiamo dire cosi' .. che si limita a giudicare dall'apparenza, compra un sacco di spazzatura sui mercatini a 50 cc. ... giudica gli altri... le piace il nano merdusconi... e parla di cose che non capisce. Pero' credo che una parte dei suoi problemi caratteriali siano anche legati all'ambiente dove e' nata, cresciuta e pasciuta. Probabilmente se invece di essere nata a Catania fosse nata in Trentino Alto Adige le farebbe schifo merdusconi e la mafia. Pero' come si dice.. bisogna anche capire che a questo mondo ciascuna creatura e' diversa dalle altre .. non possono essere tutti geni, tutte gazzelle... ci sono anche gli ippopotami e le ciambelle.

CONCLUDENDO :

IO le faccio i miei migliori auguri e spero che questa cosa le dia una opportunita' in piu' di miglioramento e crescita personale.


FORZA CIAMBELLA !! NON SEI PERFETTA MA NEMMENO SEI TUTTA DA BUTTARE !!

SALVIAMO IL SALVABILE !!!


Stephen the best

Anonimo ha detto...

PS:

Comunque sappi che i commenti di incoraggiamento .. sono sinceri.


Stephen the best

Cupcakes ha detto...

Stefano , posto il fatto che hai qualche problema grave, chi ti ha detto che amo Berly? Mi lamento solo di chi vuole vederlo morto, ma mica mi piace, lo amo e lo apprezzo. Semplicemente, oltre a non apprezzare lui, non apprezzo neanche gli anti Berlusconiani che fanno discussioni da rimbambiti imbecilli.

E se tu sei sincero, io sono una modella. Lascia stare che è meglio.

Anonimo ha detto...

Perche' scusa .. ?

Lo vedi che non sei abituata ... ora siccome tutte le altre persone su questo blog .. ti attaccano .. e invece arriva qualcuno a difenderti non ci credi ?

Il fatto che io sono sincero si evince sia dalle critiche che dalle cose positive.

Non ho peli sulla lingua .. questo si.

Infatti ti ho anche detto le cose che non mi piacciono, ma ti ho anche difesa dagli attacchi delle persone che ti criticavano e basta.

Cosa pretendi ... comunque se é vero che vuoi cambiare te stessa e migliorarti .. dovresti anche cominciare a fidari di piu' delle persone .. a partire dal blog.

Cerca di vedere sia gli aspetti positivi che quelli negativi.

Steven

Cupcakes ha detto...

Senti, va bene che sembro idiota, ma sappi che non lo sono.

Se vuoi fare un complimento fallo, e se vuoi fare una critica falla, ma se insulti, stai insultando.

Una critica è ben diversa da un insulto.
Dire che i tatuaggi e piercing fanno cagare è un insulto, dire che non ti piacciono è una critica.
Dire che sono sovrappeso è una critica, chiamarmi ciambella obesa è un insulto.
E via discorrendo.

Per cui... o gran caca.

Anonimo ha detto...

OK .. allora hai ragione.

Ritiro l'espressione offensiva sui tatuaggi, piercing, etc... non dovevo dire che fanno cagare... ma che non mi piacciono .. in effetti tendo un po' a esagerare qualche volta.

Pero' come vedi ti ho anche difesa a spada tratta per quel che riguarda la dieta vegetariana, londra, e cosi' via dicendo.

Anche il fatto di aver fatto l'operazione LASIK mi sembra una cosa positiva.. indice di cambiamento. Mettiamoci anche quella tra le cose positive.

Sul fatto che pero' tu non capisca una acca di scienze sociali, politica, pubblica amministrazione e l'importanza di avere persone oneste .. scusami tanto .. ma é la verita'... come si fa a dire cose cosi' banali come fai tu .. ma vabbé lasciamo perdere altrimenti pensi che ti prendo in giro di nuovo.

Io ti accetto per come sei .. insomma sei vera ... non sei falsa .. o costruita. Ed é per questo che mi piace il fatto che ti stai buttando in questa avventura !

Una cosa che non ho capito .. ma fai solo il biglietto di andata... cioe' pensi di stare su per un periodo di tempo indefinito .. non e' una vacanza estiva giusto ?

Auguroni

Steve

Cupcakes ha detto...

...

Ho fatto biglietto di sola andata e conto di non dover mai fare quello di ritorno.

Dato che allora ti prodighi in complimenti (sì, come no), augurami buona fortuna.

Anonimo ha detto...

Buona Fortuna !

:)

Steve

Anonimo ha detto...

Comunque, devi saper accettare sia gli auguri che le critiche (se ce ne sono) .. io sono onesto .. quello che penso ..lo dico.

:)

Steve

PS. Posso chiamarti con un diminutivo ? Tipo "Ciamby" !


(diminutivo amichevole si intende)

Cupcakes ha detto...

Guarda, sono senza parole.

Fai come vuoi, chiamami come vuoi.

Cià.

Anonimo ha detto...

Va bene ... allora sappi che come diminutivi mi piacciono "ciamby" ( nel senso di ciambella) .. oppure "July" o "Julie" .. che fanno molto london style.

Dai su .. comincia a fidarti delle persone, lo so che non é sempre facile.. ma quando sarai la a Londra soli voi due .. dovrete fidarvi e confrontarvi con persone nuove e sconosciute, tutti i giorni, per di piu' anche persone con background culturali molto diversi dai tuoi che vengono da mezzo mondo poiche' londra e' probabilmente il posto in Europa con la maggior diversita' in assoluto. E i rischi di fraintendimenti possono sempre esserci.

Andate tranquilli.. partite fiduciosi.

CIAO

Steve

Cupcakes ha detto...

Per fidarmi di un commentatore anonimo dovrei quantomeno vederlo in faccia o leggere qualcosa su di lui, non credi?

E July mi piace. Ti dirò, mi piace anche Ciamby -.-
Julie NO.

Anonimo ha detto...

Steve è peggio di Wild Girl... almeno lei mi faceva ridere!
Cup in ogni caso in bocca al lupo :D
G.

Anonimo ha detto...

Cup io te lo dico seriamente ho paura...cioè tu(o qualsiasi persona) pensa che potresti camminare per strada e incontrare uno Steven, Stephen ecc...cioè è matto come un cavallo lasciato al sole un giorno intero o è un gran troll che poi è la stessa cosa.
Cup ho paura, guardati le spalle ahahahhahah

S.W. o chiamami come vuoi che tanto mi giro lo stesso (...)