29 novembre 2012

Giovedì 29 Novembre 2012

London Edition

- Comunque, anche se non ne parlo, una vita sociale ce l'ho, seppur non ricchissima. Qualche giorno fa ho conosciuto una ragazza che segue il mio blog e che si è trasferita qui un paio di settimane fa, ad esempio. Ho conosciuto anche due persone di un gruppo Facebook per gli italiani a Londra.
Sì, ahimè si tratta solo di persone italiane, ma con stranieri con i quali scambi solo frasi di circostanza non viene mica facile proporre uscite... per raccontarsi cosa? Mi butto per parlare la lingua con tutti, ma tra l'allenarsi e l'intrattenere rapporti di amicizia in inglese ce ne passa di acqua sotto i ponti. O una cosa simile.

- Vivere a Londra mi piace tantissimo, anche se non sembra. Anzi, oserei dire che spesso mi basta alzare gli occhi al di sopra del mio naso per rendermi conto di ciò che mi circonda e gioirne

- Io amo, amo ed amo Covent Garden. Ogni volta che ci passo mi spunta un sorriso grande così

- Tutte le strade portano a Leicester Square. Ovunque io vada in centro, camminando finisco sempre lì. Sempre davvero

- Odio Leicester perchè è piena di invasati italiani che impazziscono per l' M&M Store, e giù lì a fare foto e comprare cioccolatini. Il negozio è enorme e colorato nonchè carino, ma non capisco tutto questo entusiasmo e tutta questa bimbominkiosità

- Gli italiani urlano. Sempre.

- Sono innamorata di un negozio scovato a Covent Garden, Sass & Belle. Ha cose fantastiche per la casa, in stile shabby chic o un altro nome idiota di questo genere, e costano anche pochissimo! Peccato ch'io non abbia una casa, ovviamente.

- Oggi io e Giulia (la ragazza conosciuta su Fb) siamo state al Winter Wonderland. Per me è stata la prima volta. Abbiamo preso freddo a tempesta ma il posto è davvero festoso. Ci torneremo con i nostri ziti quando Dani salirà, e magari faremo qualche giostra, cosa che oggi abbiamo evitato

- Ciao -.-

.

27 novembre 2012

Martedì 27 Novembre 2012

Dormire di pomeriggio e svegliarsi alle ore 22.

E mi dovrei abituare a questi orari dunque?

Non penso proprio.

Non ho niente da scrivere.

Sono di umore nero.

-.-

.

23 novembre 2012

Venerdì 23 Novembre 2012

POST AD ALTO CONTENUTO FOTOGRAFICO.

Sempre per la storia del non fossilizzarsi a casa, due giorni fa sono stata con un amico alla Tate Modern. Non so quanto costasse il biglietto per vedere la mostra temporanea di William Klein, ma sbirciando sul web mi sono già pentita di non averlo fatto. E non è detto che io non torni a vederla.

Alla Tate c'ero stata solo una volta, cinque anni fa. Ai tempi ricordo di aver visto opere di Andy Warhol, opere dada di Duchamp e Man Ray, o la Merda d'artista di Manzoni, ma stavolta non c'erano. Eppure non facevano parte di una mostra temporanea. Boh.

Ho scattato un bel po' di foto banali, ma mi fa comunque piacere pubblicarle in questo mio mezzo diario di bordo di vita ed inglese <3

Di molte opere non conosco il nome e l'artista e non mi sono premurata neanche di segnarmeli da qualche parte quindi scusatemi.
 
Siamo partiti dalla mostra "sotterranea", il The Tanks, dove c'era la proiezione di un progetto grandissimo creato in un ampio spazio pubblico. Tavolini sistemati geometricamente e persone. Persone che nel video sembrano solo puntini in movimento ma che ho scoperto poi essere persone anziane. Avrei dovuto informarmi di più. La mappa di questa creazione è stata cucita in un grande quadrato di stoffa, e i bordi rossi hanno impressi tono su tono i nomi di chi ha partecipato al progetto (o almeno, credo siano i nomi di chi ha partecipato al progetto)


Non sono brava con le spiegazioni, lo so.

Mi è piaciuto il fatto che volessero far interagire gli spettatori dell'intero museo... e mi chiedo se qualcuno legge davvero a fine giornata ciò che le persone hanno da dire.

Qui ti chiedevano che funzione tu avessi quel giorno (spettatore, artista e via discorrendo), ma ovviamente hanno risposto tutti un po' a casaccio. Me compresa


Qui invece ti chiedevano di disegnare qualche opera che ti aveva colpito, di far disegnare ad un amico un'opera da te descritta e di andara poi a comprare all'originale e di sfogare in generale la tua creatività


Ed ora un po' di opere random. Di praticamente nessuno conosco il nome, tranne che dell'opera Dadaville


e del mega patchwork o come si dice di Matisse


Carrellata di foto




E tanti saluti!

.

21 novembre 2012

Mercoledì 21 Novembre 2012

Come ho potuto scordare di mettere nella mia ultima wishlist due cose per cui ultimamente ho la fissa?

Si tratta di una borsa molto capiente di Longchamp, la classica Le Pliage, magari in un colore bello carico


Ecco, una Longchamp simile credo non l'avrò mai. Costa troppo ed è troppo "scadente", se così vogliamo dirla. Ma se troverò mai l'occasione di prenderla ad un prezzo inferiore a quello di listino, un pensierino ce lo faccio di sicuro.

Poi, pur non essendo una fan sfegatata dei profumi, mi sono fissata con il Samsara di Guerlain (che ho trovato ad un prezzo OTTIMO, anche se ancora non l'ho preso), e credo potrebbe diventare il profumo ufficiale della mia vita



Infine, direi che un'acqua profumata Victoria's Secret, da poter usare in alternativa al profumo, dato che costa un quinto


e un altro fiocco di American Apparel, magari proprio quello turchese che mi è sempre piaciuto


mi renderebbero abbastanza felice...

.

19 novembre 2012

Lunedì 19 Novembre 2012

Sabato off... che bellezza.

Dopo un mezzo litigio con Ssdery che, a distanza di centinaia di chilometri, provava a svegliarmi dal mio torpore depressivo, mi sono lasciata convincere dal suo itinerio Roma/Londra e ho seguito i suoi consigli?

Cosa ho fatto?

Sono stata per la prima volta al Borough Market, che si trova proprio accanto al London Bridge.

Si tratta di un mercato alimentare dove si trova di tutto e di più, da bellissimi "occhi di bue" a forma di cuore


a coloratissimi cupcakes


Reparto pesce...


... e reparto carne (d'anatra)


E poi sono andata a vedere i famosi ombrelli usati come tettoia di un bar. Famosi per tutti meno che per me: se Marty non me ne avesse svelato l'esistenza non li avrei mai trovati, forse


Bellissimi.

E poi ho visto un docile amore con un guinzaglio bellissimo a forma di nodi di salsiccia *___*


Dopo questo bel giro, sono entrata in una chiesa lì vicino di cui purtroppo mi sfugge il nome. Ho il volantino in borsa ma non credo faccia differenza saperlo o no per voi. Guardacaso ho beccato un'orchestra che si preparava per la messa ed è stato molto bello stare là ad ascoltarli (foto rubata)


Presa dalla follia e dato che ero in orario, ho pensato bene di andare alla messa cantata che fanno alla St Paul's Cathedral. Sempre suggerita da Martina, ovviamente. Un'ora di canti e preghiere con un coro di aduti ed un coro di bambini. Stupendo. E la chiesa è meravigliosa. Non c'ero mai entrata ma credo che ci tornerò



E non andavo a messa da una vita, poi.

Da premettere che tutto ciò l'ho fatto da sola. Lo sapete che i miei orari non combaciano parecchio con quelli dei miei amici qui, no?

La sera però mi sono vista con Giamp e Faby e siamo stati alle bancarelle natalizie di Southbank.


Abbiamo cenato con del cibo tedesco che altro non era che carne stufata con patate


Abbiamo preso un po' di freddo in compagnia e abbiamo fatto un giretto in centro.

E niente... una bella giornata <3

.


17 novembre 2012

Sabato 17 Novembre 2012

Sono confusa riguardo me stessa.

E la dieta, e il mio aspetto esteriore, ovviamente.

Per il mio carattere e il mio modo di fare non ho nulla da dire invece.

Prendere esempio e positività da questo, grazie. Da vedere.


E da questo. Da vedere obbligatoriamente.


Poi ascolto e mi rilasso con questa


e sogno con questa. Merita due paroline precise: è PERFETTA. La canzone è meravigliosa, Florence è bellissima, stupenda e magnifica, la sua voce idem e i glitter sono la mia idea di felicità, certe volte


Canzone, voce, cantante, glitter ed ambientazione: il massimo. 10 su 10. AMO.

Altre canzoni che amo?

Questa


E questa. Di questa ricordo che il video mi ha fatta impazzire per molto tempo. E' l'AMORE.


Ciao.

.

16 novembre 2012

Venerdì 16 Novembre 2012

Sono qui da davvero pochissimo tempo, per cui la mia visione della cosa potrebbe cambiare ben presto, ma per adesso mi sento di smentire certi punti di cui avevo sentito e sento parlare spesso:

- Bisogna fare attenzione ai neri, i quartieri con molti neri sono i peggiori, i neri sono molesti.
Ora, non parlo di razzismo perchè capisco cosa si intende dire. E' come quando noi a Catania diciamo che nel quartiere di Librino bisogna stare attenti: non è perchè sono tutti delinquenti ma è perchè c'è una grossa percentuale di delinquenti in quella zona. Idem per molte gang che sono composte da persone di colore. Non dipende dalla tonalità della pellein sè, per intenderci.
Smentisco questa cosa, dalla mia umile e striminzita esperienza. In due mesi ho assistito ad uno scippo di borsa, assistito ad un furto di portafoglio al pub, ho visto una veglia funebre per un ragazzo accoltellato al centro commerciale e ho visto più di una volta degli ammanettamenti. Tutti bianchi e mai nessun nero. E si parla di omocidi, furti e delinquenze, quindi diversi tipi di reati, gravissimi e non.

- Il Nord East London fa schifo (perchè pieno di neri, suppongo). Io vivo a Nord Est e mi trovo bene. Come ho già scritto è un quartiere ad alto tasso di giamaicani, ma è tutto tranquillo. Io forse sono anche in una "zona dentro la zona" abbastanza calma, e dall'altro lato dello stesso quartiere potrebbe essere in effetti un po' più pericoloso. Non ho mai avuto paura uscendo la notte da sola, e non ho mai assistito a niente di strano. Cioè, se tralasciamo il fatto che le volpi attraversano la strada accanto a te, ovviamente.

- Londra è piena di persone grasse, stilose nonostante il sovrappeso e bla bla bla. Stilose nonostante il sovrappeso sì, lo ammetto, ma ancora una volta, mi ritrovo a ripetere che vedo spesso donne di colore in sovrappeso, ma sono le classiche matrone sui 40. Tutte questa obesità diffusa in generale io non la vedo.

In generale, direi che invece condivido certe correnti di pensiero sull'Inghilterra:

- Gli italiani a Londra si credono super fighi e non se li caga nessuno

- Ti basta andare in un qualsiasi pub o discoteca per trovare una ragazza che te la dia dopo dieci minuti. Qui se bevono sono ciucche in una maniera spaventosa. Per un italiano è molto più facile cuccare e anche il più sfigato può untraprendere relazioni sessuali con chiunque...

- Non mi stancherò mai di dirlo: gli inglesi e in generale i nord europei, hanno un serio problema con l'alcool. E con le droghe. Ma serio davvero.

- Non so se su Fb vi è capitato di vedere mai le foto di Embarassing Club Photos Of The Week, ma vi consiglio di darci un'occhiata... ecco, sappiate che qui, vi basta fare un giro nel fine settimana per assistere davvero a queste scene. E ci sono migliaia di tipi e tipe alla Jersey Shore

- Lo so che l'ho già detto, ma amo da morire il make up che usano molte ragazze qui. Il mio stile preferito è quello delle ragazze che suppongo siano indiane e hanno delle sopracciglia spesse e ben definite, kajal ed eyeliner (adesso mi sono fissata che voglio truccarmi gli occhi come fanno loro) e rossetti super accesi come fucsia e rosso. Le amo.

- Sono grassa. Lo so che non c'entrava niente, ma vabbè.

.

14 novembre 2012

Martedì 13 Novembre 2012

Va bene, la posso fare una wish list a lungo, lunghissimo termine?

Anzi ne faccio due, una di oggetti lussuosi o semi lussuosi ma comunque costosi, ed una di oggetti che comunque riuscirò ad avere di sicuro, avendo prezzi più accessibili.

Le foto le prendo da Google ma mi scoccia linkare ogni fonte, quindi sappiate che le troverò su Google Image e tanti saluti.

WISHLIST DEI SOGNI:

Portafoglio Miu Miu (Un portafoglio simile ce l'ho in wishlist da ANNI e ancora non sono riuscita a prenderlo. Prima o poi ce la farò)

Orologio Michael Kors tartarugato. Gli orologi MK in fantasia tartarugata mi fanno letteralmente impazzire. Ne desidero uno da mesi e forse, un giorno, riuscirò ad averlo. Prezzo del mio preferito, 209 pound. Ma sono pazzi??? Non lo trovo sul web, ma è più o meno come questo



Mocassini Russel&Bromley (L. me li ha descritti come i mocassini inglesi per eccellenza e adesso non faccio altro che pensarci!). Pessima qualità per la foto, ma non ne ho trovate di altre



Orecchini a bottoncino Marc Jacobs (non molto cari ma comunque superflui)


Ciondolazzo Tiffany enorme di cui vi avevo già parlato


E poi metterei una borsa a caso, ma è anche inutile inserirla in wishlist perchè è ovvio che io abbia delle borse di qualità in lista.

Fattibili: 3 su 5 (portafoglio, prima o poi. Orecchini e mocassini)

WISHLIST FATTIBILE:

Cuffie Wesc in turchese. Le ho viste l'altro giorno e sono stupende. Ad onor del vero, devo ammettere che già in negozio non sembravano di qualità favolosa, quindi figurarsi come si ridurrebbero in borsa. Però boh, sono bellissime! In turchese non so di che altre marche potrei trovarle, ma sicuramente sarebbero più care delle Wesc (ne ho viste solo di un'altra marca di quel colore e costavano già di più), e di spendere tanti quattrini per delle cuffie non se ne parla


Fedina irlandese. La prima volta l'ho vista indossata da Claudia, poi oggi a Camden me n'è capitata una sottomano e l'ho amata. 11 sterline e tutta in argento. Manco a farla!


Uno zaino. La mia schiena si sta davero rompendo con le borse pesanti, e per me che soffro di scoliosi non sarebbe male bilanciare il peso della roba che mi porto dietro. Penso di prenderne uno in periodo di saldi, da Accessorize magari. Minima spesa, ottima resa. Fantasia fiorata o navajo


E poi qualche cianfrusaglia a caso in periodo di saldi, tipo una bella borsa con stampa galattica che ho visto da American Apparel (ma che non prenderò neanche in saldo, credo... parlo delle classiche cose che mi piacciono ma che al momento dell'acquisto lascio in negozio), trucchi, maglioncioni lanosi, cappelli, SCARPE e cavolate varie.

Sto sudando e non ne capisco il motivo.

Buonanotte!

.


11 novembre 2012

Domenica 11 Novembre 2012

Diciamo che acquisti degni di nota non ne ho fatti. O meglio, ho comprato qualcosa da regalare a mia cugina quando scenderò (non farò regali a nessuno, ma lei ne merita per varie cose e le sto organizzando un bel pacchetto con tante cosine all'interno), poi una cosa per me e Dani ma è una sorpresa, ed infine per me un portapranzo che non vi mostro -.-

Ieri pomeriggio ho scoperto il negozio Tiger che ha cose bellissime a prezzi super super super bassissimi, e ho comprato un cuore di stoffa. Una delle mie solite fisse da appendere.
Ah, sognare una casa nuove gravemente alla salute


Ed il viola che vedete come sfonddo è la mia nuova insalatiera viola e nera, della giusta grandezza per contenere i miei contorni. A casa mia abbiamo un po' di tutto, ma a me servono delle cose specifiche e quindi sono costretta a prendere certi pezzi da cucina che mi sono indispensabili.

Non credo di aver fatto altri acquisti, per cui saluti e buona Domenica.

.

8 novembre 2012

Giovedì 8 Novembre 2012

Devo superare la pigrizia, Devo superare la pigrizia, Devo superare la pigrizia.

(Sono così pigra da aver fatto il copia/incolla di questa frase dopo averla scritta la prima volta)

Devo superare la pigrizia di scrivere qui sul blog dico. La pigrizia in generale non la supererò mai e la amo persino ogni tanto.

Questa premessa per dirvi che oggi, dopo cent'anni, posterò qualche foto della mia vita inglese.

Ieri pomeriggio, io e Giampiero ci siamo visti a Waterloo e abbiamo fatto una lunga passeggiata: London Eye, Southbank, London bridge... amo alla follia quel posto lì.

Qui fa buio presto, e così ci siamo visti alle quattro ed era tutto illuminato



e camminando camminando, dopo un'oretta circa l'atmosfera era già più magica. E abbiamo preso freddone ( a differenza di oggi che si sta molto bene, direi)


Non so se le lucine sono state messe in occasione del Natale o se ci sono sempre la sera, ma comunque sono belle e d'effetto (e mi ricordano tantissimo la proposta di matrimonio che Mike ha fatto a Kaelah, anche se loro sono in America)




Abbiamo fatto merenda con cioccolata calda e blueberry muffin in un posto carinissimo che si chiama Benugo (Dieta? Sì, certo)


visto la giostra con i cavalli, e ogni cavallo ha un nome


beccato attraverso le vetrate di uno studio televisivo un tipo degli One Direction e delle ragazzine al freddo là fuori che facevano di tutto per farsi notare (lui ha anche fatto un cenno di saluto ma era al telefono e non se le cagava di striscio. Che tenere. Mi hanno ricordato i bei tempi in cui anche io ero giovane).

Abbiamo visto skaters e bikers e ho ripensato a quando ero statà lì nel 2007 e poi mai più.
E cambiano i murales molto spesso. Avendo lo spazio a loro disposizione, i ragazzi si sbizzarriscono con bombolette e stancil


Foto di mutande esposta in una galleria d'arte



Infine, io ho assistito ad uno spettacolo che non necessita descrizioni e che mi emoziona ogni volta:


Buona serata!

.