16 agosto 2012

Giovedì 16 Agosto 2012

 
- Stamane ho spedito la Balenciaga. L'ho venduta in tempi brevi, anche se per un attimo ho temuto di lasciarla lì nel mio armadio, per sempre magari

- Ho un problema agli occhi. Non so se dipenda dall'operazione, ma mi comporto esattamente come quando portavo gli occhiali: li strizzo sempre, mi bruciacchiano, alle volte vedo appannato. Boh. Come gradazione direi sia buona, dato che vedo bene, però non so, non sono soddisfatta al cento per cento dei miei occhi

- Dopo aver combinato pasticci con l'Iphone, la Vodafone si era prosciugata il mio denaro, e ieri ho trovato un operatore gentilissimo lì al 190, e mi ha riaccreditato tutto. Che cuore! Imparerò ad usarlo prima o poi

- Sono grassa. A breve ho deciso che riprenderò la normale alimentazione dietifera senza sgarri o mantenimenti vari. Pazienza. Ci ho provato ma non ci sono riuscita. A Londra devo arrivarci esattamente a 79 chili o meno, e ho solo venti giorni per stabilire i risultati di quasi un anno di sacrifici

- C'è meno caldo dei giorni scorsi, ma pur sempre caldo. E c'è un'umidità che non vi dico. Mi fanno sorridere le persone del Nord che sostengono che in Sicilia il caldo sia secco e da loro sia peggio. Ma ci siete mai stati qui? Perchè l'umidità è tipo al 100%, altro che secca -.-

- Mancano solo tre settimane... sììì!
Non vedo l'ora di andarmene

- Continuo ad odiare l'esistenza

.

13 commenti:

D ha detto...

Agli occhi ho il tuo stesso problema e mi hanno diagnosticato sin da piccola la congiuntivite allergica. Non si arrossano gli occhi come la congiuntivite "normale", ma un oculista se ne accorge guardando con i suoi aggeggi. Non è niente di che. Ogni tanto mi capita di dover mettere delle gocce antibiotiche la sera prima di andare a letto (odiose, mi incollano gli occhi... la mattina devo letteralmente staccarli con le mani altrimenti non si aprono =D] ma generalmente uso un collirio normale per tenerli umidi e basta. In teoria non andrebbero messe le lenti (ma tu non hai più questo problema!]. Magari chiedi all'oculista che ti ha operato un parere!

Anonimo ha detto...

E tu ci sei mai stata al nord?
In città come Milano si muore tra umidità, afa e inquinamento. Avere il mare è una gran fortuna, fidati!

Anonimo ha detto...

Ovviamente sei già a lamentarti della tua vacchitudine. Appena molli un pò la dieta ti ingozzi come una scrofa assatanata e poi te ne penti. Sempre la stessa solfa. E poi smettila di dire che odi l'esistenza, la vita e tutte queste merdate, sembri tua sorella!

Donkuri ha detto...

Spero che i tuoi occhi si sistemino !

Veronica Zoccheddu ha detto...

Coraggio e tieni duro col peso!!!
Mantenimento o no, non devi riprendere nulla, hai fatto troppi sacrifici ed e' troppo importante!!!

Rebenice ha detto...

Per gli occhi ti posso dire che l'unico strascico che mi è rimasto dall'intervento (fatto tipo 12 anni fa) è una tendenza alla secchezza oculare.
Io risolvo semplicemente tenendo a portata di mano un collirio e usandolo spesso... spero che funzioni anche con te anche se ovviamente la cosa migliore è parlarne con il tuo oculista!
Buona giornata

Anonimo ha detto...

Ciao
Per quanto riguarda il problema agli occhi, ti consiglio di contattare il tuo oculista.
In merito alla dieta, invece, penso che le cose da dire siano due:
- almeno per me, la tua giornata alimentare tipo è figlia delle mode del momento e, come tale, sbilanciata; se non ricordo male, segui uno stile alimentare quasi vegano, con latte di soia al posto del latte "normale", seitan e tofu come fonte proteica etc....
A prescindere dalla necessità di perdere peso, il fatto stesso di alimentarsi dovrebbe essere improntato a maggiore naturalezza, e, francamente, nelle sostituzioni proposte dalla nutrizionista non vedo niente da naturale. Sei dimagrita, ma sono certa che avresti ottenuto analoghi risultati, seguendo un diverso regime alimentare, quello che prevede la pizza una volta la settimana e il gelato ogni 10/15 giorni. Il rischio, infatti, quando segui una alimentazione sui generis, di vedere lievitare il peso appena ti azzardi a mangiare " a cristiano";
- quanto agli sgarri, poi, penso che il problema risieda nel concetto stesso di strappo alla regola. Per esempio, dopo avere vissuto per molto tempo con 20 chili di sovrappeso, sono dimagrita. Adesso indosso la 38/40 e sono in buona salute (prima, tanto per rendere l'idea, era addirittura anemica!). Però non riesco a vivere senza cioccolata alle nocciole (cioccolata fondente con nocciole intere per l'esattezza). Ecco, il mio planning settimanale prevede 100 grammi di cioccolata alla settimana (per esempio accompagno un quadratino di cioccolata alle fette biscottate, quando faccio colazione). Alla fine parliamo di quei pochi grammi al giorno che mi fanno stare bene, senza il rischio di strafogarmi alla prima occasione!
Ciò detto penso che se realmente una granita e una brioche si sono rivelate così deleterie, forse la tua alimentazione è troppo povera. Se, invece, la dieta libera ti vede indulgere troppo con tutto ciò di cui ti privi solitamente, allora il problema è un altro e riguarda il rapporto stesso con il cibo.

Dona il tuo amore qualsiasi cosa succeda ha detto...

Noooo non dirmi che gli occhi cominciano a darti fastidio....ma non ti conviene fare una visita x chiedere il perchè del bruciore???

Cupcakes ha detto...

D e Rebenice, prima di partire ho l'appuntamento dall'oculista, quindi chiederò a lui, e magari mi prescriverà una cura... spero di risolvere la situazione!

Anonimo 18:11 , il fatto che a Catania ci sia il mare non sta a significare che tiri aria. L'aria tira al mare, sulla spiaggia. Non in città solo perchè c'è il mare a qualche km -.-

Anonimo 10:51 , in realtà la mia dieta è molto bilanciata, e mangio vegano solo un paio di volte a settimana quando va bene. Inoltre, non mangio solo vegano... magari faccio un pranzo vegano e una cena con la carne.
Soffro di vari disturbi alimentari, a rotazione, da una decina d'ani. Il mio problema non è assolutamente dovuto ad uno squilibrio nella mia dieta, bensì ad uno squilibrio nella mia mente... purtroppo =(


Anonimo ha detto...

Cup sarà come dici tu ma io sono stata in Sicilia più di una volta (anche in città, non solo al mare) e mai ho patito il caldo e l'afa come lo patisco a Milano ogni anno. Poi magari quest'anno è più caldo e afoso ovunque, può essere, ma fatti un giretto dalle mie parti e poi fammi sapere.
Per quanto riguarda la dieta io so che con il mantenimento vero e proprio i primi tempi può succedere di ingrassare un pochino, poi col tempo ci si stabilizza, però se il tuo mantenimento è consistito solo in sgarri qua e là è normale ingrassare dopo mesi e mesi di privazioni. Ma la nutrizionista che dice di questi tuoi aumenti di peso appena fai qualche sgarro?
La balenciaga la trovo orrenda e l'iphone a mio parere non è un buon acquisto ma va be, avevi già spiegato i motivi x cui hai voluto acquistarlo perciò non ti annoierò con le solite chiacchiere dicendoti che i Samsung ad esempio sono nettamente superiori.
Per il resto tieni duro dai, pensa a Londra.
Un bacio, BlackTea

Cupcakes ha detto...

Ma non ho mai scritto di essere ingrassata!

Ho scritto di essere enorme, che è la sensazione che ho ogni volta che interrompo la dieta =)

La Balenciaga io la amo, ma un giorno lontano ne prenderò una perfetta per me anche come colore... per adesso sono lieta di aver venduto quella bianca e resto in attesa del colore giusto per me (e della voglia di spendere un sacco di soldi, che ora come ora mi manca, dopo aver preso l'iphone).

Anonimo ha detto...

Ah ah ma chi e' la scema che te l'ha comprata?

Anonimo ha detto...

ho i tuoi stessi fastidi agli occhi, pare sia congiuntivite allergica CRONICA. quindi c'è poco da fare se non girare sempre col collirio in borsa. OVVIAMENTE non dovrei portare le lenti, eppure le porto eccome.
per quanto riguarda il clima confermo l'umidità sicula: la scorsa estate a mazara del vallo non ci si asciugavano neanche i costumi o i teli da spiaggia stesi per ore, e i miei capelli erano perennemente in versione rastaman vibrations.
nonostante ciò, in estate è sempre, infinitamente meglio starsene in campagna o al mare anzichè in città. sono stata in sicilia, in turchia, in egitto, in brasile e in kenya, e in nessun luogo ho sofferto il caldo come a roma. il caldo di roma è la morte nera. anche quello di milano presumo.
AMTP