13 settembre 2013

Venerdì 13 Settembre 2013

In questo momento ho solo tre grandi, enormi, problemi che sono anche tre desideri che dovrei realizzare:

- Voglio imparare l'inglese

- Voglio cambiare lavoro

- Voglio dimagrire di nuovo (ed iscrivermi in palestra/piscina/yoga. Non per dimagrire ma per prendere contatto col mio corpo. L'ho perso da un bel pezzo)

Ma, e c'è un grosso ma, non riesco ad iniziare da nessuna parte perchè è un circolo vizioso che in questo momento mi sembra impossibile da interrompere.

Non posso mangiare correttamente a causa dei miei orari, della stanchezza e della fame che mi viene dopo undici ore fuori casa a causa del lavoro e a causa del lavoro non ho neanche tempo per andare in palestra/piscina/yoga se faccio le chiusure (tipo questa settimana).
Dovrei iniziare un corso d'inglese ma non posso a causa del lavoro.
Dovrei cambiare lavoro ma non posso a causa del mio inglese non ottimo e quindi non credo di essere in grado di poter lavorare in un negozio vero e non più in un bar.

Ho bisogno di tempo per fare tutto e tempo non ne ho.

Chi mi aiuta a capire da cosa potrei cominciare? Come? (I consigli sul prepararmi i pasti e cose così non saranno bene accetti perchè lavorando nove ore in piedi necessito assolutamente energia ma "pranzando" alle dieci del mattino necessito di cibo decente anche al pomeriggio dopo lavoro dato che muoio di fame e cose simili. La questione alimentazione è DAVVERO complicata, non posso ridurre il tutto al fare una dieta bilanciata perchè non ho una vita bilanciata).

Non so cosa fare, da dove iniziare, come reggere.

.

42 commenti:

myhongkongdiary ha detto...

Beh Giuliana io sono stata tre anni e mezzo in ristorazione, dunque un pochino capisco questa cosa. Che shift fai? a che ora, per ogni shift, andate in pausa pranzo di solito?

Anonimo ha detto...

Io inizierei dall'inglese, e per questo ho due consigli da darti.
Comprati un buon libro d'inglese che ti aiuti a capire la grammatica, per me alle superiori è stato davvero cruciale il grammar spectrum for italian students, questo con la copertina verde ( http://annunci.ebay.it/annunci/libri-e-riviste/roma-annunci-san-giovanni-appio-latino-ardeatino/grammar-spectrum/34872377 ), ora è uscita la nuova edizione, non so com'è ma in quella vecchia con copertina verde ci sono tanti mini-capitoletti di una o due pagine, molto facili e intuitivi da capire, e alla fine di ogni capitolo ci sono gli esercizi da fare, importantissimi secondo me. Alla fine del libro trovi una tabella con tutti i paradigmi. Credo sia il miglior libro d'inglese che abbia mai acquistato, è stato quello che mi ha fatto capire la costruzione basica di una frase, i tempi e tutto in generale. In alternativa puoi scaricarti un libro da internet gratuitamente, darci un'occhiata e vedere quello che capisci meglio, se vuoi altre informazioni basta chiedere.
Basta studiare mezz'ora al giorno, non ti porterà via tanto tempo e in qualche mese vedrai che migliorerai.
L'altro consiglio è guardare una tonnellata di serie tv in inglese sottotitolate in italiano (sottotitoli scaricabili da itasa, subsfactory, subspedia). Sembra una cavolata, ma io dopo un anno di serie tv in lingua non ho più bisogno dei sottotitoli, capisco al volo i dialoghi, ho imparato un sacco di termini nuovi, e per finire in inglese mi esprimo moooolto meglio. Però un po' di basi di grammatica DEVI averle, magari prenditi il libro e studiatelo in metro mentre vai al lavoro e poi fai i tuoi esercizi. Il fatto che tu sia costretta a parlare in inglese poi ti darà un sacco di vantaggi, che studiando l'inglese qui in italia non avresti. Partendo da questa cosa tra un po' di tempo potrai cambiare lavoro, e di conseguenza gli orari.
Spero di esserti stata utile :)

towaylay ha detto...

Secondo me: lascia stare il dimagrire, per ora. Concentrati solo sul non mangiare schifezze. Se hai fame mangia un panino con prosciutto/bresaola/formaggio/similia, ma evita patatine/cioccolato vario e schifezze. Vedrai che ti sentirai già meglio, tanto la fame non si sconfigge con queste cose.
Per prima cosa trova il tempo per migliorare il tuo inglese. Sei in Inghilterra, hai tante possibilità! Ci sono dei siti dove puoi trovare persone che conversino con te in inglese, mentre tu puoi insegnare loro l'italiano. Oppure compra un corso da fare al pc autonomamente, così puoi farlo nei momenti liberi. E anche prenderti una grammatica e studiarla, leggere i giornali inglesi, uscire e parlare con della gente lì, son tutte cose che puoi fare e che aiuterebbero! Di sicuro è una cosa che richiede impegno, devi mettertici se è l'unico modo per trovare un lavoro.
Dopodiché trova un lavoro migliore. Così avrai degli orari migliori e avrai il tempo per fare sport e dieta.
Comincia dall'inglese, insomma, non c'è alternativa secondo me.
In bocca al lupo.

Anonimo ha detto...

Ciao cara,

io ti seguo silente da un bel po' e prima d'ora ho lasciato un solo altro commento. Intanto ti mando un grande abbraccio e tanti pensieri positivi per quello che stai facendo e per la tua forza di volontà. Nonostante tutti i problemi stai coronando il tuo sogno ed è una cosa bellissima!

Ti consiglierei di iniziare dall'inglese: il mio consiglio è di affidarti alle risorse gratuite che trovi sul web per imparare meglio la lingua. Ci sono molte lezioni sotto forma di podcast che puoi scaricare, se hai un lettore mp3 puoi metterle lì e ascoltarle durante il tragitto casa - lavoro, quando cucini, quando fai le pulizie, in qualsiasi momento. Cerca su Google "podcasts to learn english" e ne troverai moltissimi. (Questo è un bel sito: http://www.podcastsinenglish.com/) Puoi puntare anche sugli audiolibri in Inglese, magari quelli per bambini per cominciare!

Poi trova un altro buon sito dove vedere le regole principali della grammatica, anche un libretto da portare in giro va benissimo. Combinando i podcast (quindi veri e propri ascolti) con la grammatica puoi migliorare molto, soprattutto se dopo i podcast ripeti quello che senti. Inoltre ti consiglio di fare il più possibile conversazione con persone inglesi: anche al lavoro cerca di captare quello che puoi e parlare, parlare, parlare, anche se fai errori. Al massimo sorridi e chiedi di correggerti, visto che stai imparando! Ci sono anche dei siti dove puoi fare conversazione con persone via Skype, ma se non hai tempo credo che i podcast e la conversazione in giro siano la cosa migliore.

Infine, il consiglio che ti è stato dato di guardare film e serie tv in lingua è ottimo. Io però ti direi di scaricare i sottotitoli in inglese, non in italiano, perché il cervello tende a focalizzarsi sui sottotitoli e bypassa il resto. Piuttosto ferma il film ogni due minuti e cerca le parole che non sai sul dizionario. Se c'è un film che ti piace da morire e che hai già visto in Italiano (anche più volte) guardatelo in Inglese tutte le volte che puoi, eliminando i sottotitoli: avendolo già visto in Italiano sai cosa succede, quindi ti puoi concentrare sui dialoghi (che conosci già) e iniziare a fare tuoi i modi di dire e le espressioni. Se riesci, ripeti tutto quello che senti: la ripetizione non può che far bene, sia per la memoria che per la pronuncia.

Per quanto riguarda l'alimentazione credo che, come dici tu, sia collegata al tipo di lavoro che fai e agli orari, così come lo sport. Per questo se parti dall'inglese e riesci a cambiare lavoro poi potrai dedicarti meglio al resto! Magari potresti provare a introdurre più fibre e verdure e iniziare i pasti con un'insalata o sgranocchiando una carota (per esempio): così ti sentirai più piena e dopo mangerai meno del solito. Ma so che la questione è delicata, quindi fai un passo per volta senza esagerare: prima inglese, poi cambiare un poco le abitudini, e alla fine si vedrà a seconda del lavoro che riuscirai a trovare.

In bocca al lupo!

K.

Anonimo ha detto...

Ps. Se ti impegni e ti studi la grammatica a casa secondo me non c'è bisogno di un corso di inglese, impari di più parlando con la gente e risparmi i soldi del corso. Quando hai tempo puoi provare quei siti dove si fa conversazione gratuitamente, sono sicuramente utili e in più non spendi nulla!

K.

Anonimo ha detto...

Pps. Scaricati un'app con il dizionario inglese-italiano sull'iPhone e usala ogni volta che senti parole che non conosci. Tieniti un diario (anche digitale, ad esempio le note dell'iPhone) dove ogni giorno scrivi le parole che hai imparato e impegnati in piccoli esercizi, ad esempio usare l'ultima parola imparata almeno una volta nella settimana seguente.

Esempio: metti che impari la parola "definitely". Ti imponi di usarla almeno una volta. Ti offrono un caffè: "Oh, thank you, this is definitely a great coffee!"
E la parola ti si inculca.

Dimenticavo: se puoi cerca di convincere i tuoi amici italiani a parlare in inglese tra di voi. Aiuta davvero moltissimo!

K.

:)

Anonimo ha detto...

Dal basso della mia ignoranza in materia posso solo consigliarti un corso di inglese on-line o in dvd, così intanto inizi ad impratichirti finchè non riesci ad andare ad un corso vero con insegnante. Ovviamente anche il consiglio di guardare serie in lingua inglese mi sembra ottimo ... Per l'attività fisica io accantonerei per un pò l'idea della palestra e mi procurerei il necessario per camminare/correre/andare in bici. Se sei ben attrzzata lo puoi fare anche quando piove ... Anch'io devo rinunciare alla palestra per gli orari di lavoro e per me è un buon compromesso... Per il cambio di lavoro vedrai che sarà più facile quando saprai un pò meglio l'inglese ...
In bocca al lupo!
LaFra

lasilvia ha detto...

Buono il consiglio della grammatica (fondamentale) e delle serie tv... io tengo allenato il mio inglese così... e quando son spesso fuori casa mi ascolto gli audiolibri in inglese, male non fanno nemmeno quelli.
Però come la maggior parte delle cose, bisogna volerlo e crederci e soprattutto iniziare dopo aver progettato, altrimenti non si va nè avanti nè indietro...

Anonimo ha detto...

Me lo comprerò anche io il libro di grammatica che ti hanno consigliato. I sottotitoli nei film/telefilm però non è meglio metterli in inglese, piuttosto che in italiano? è vero che con i sottotitoli in italiano riesci a cogliere meglio il senso di alcune frasi complicate ed ad accoppiare le parole inglesi con quelle italiane, però con i sottotitoli in inglese impari meglio la costruzione delle frasi e prendi confidenza con il loro modo di parlare, che a volte è molto veloce e possono mangiarsi le parole. Io non so dirti quale delle due opzioni sia meglio, visto che non sono mai stata costante nel vedere film e telefilm in lingua (duro al massimo una settimana); guardando Mtv, quando avevano il buonsenso di non doppiare tutto, mi trovavo bene con i sottotitoli in italiano ed effettivamente ho imparato diverse parole, con i sottotitoli in inglese però mi concentro di più su ciò che dicono, piuttosto che sulla traduzione.
Comunque, anche a me sembra che partire dall'inglese sia un buon punto. Dopodiché , alimentazione: non hai orari normali, perciò devi adattare la tua alimentazione a questi orari, cercando di rispettare il ciclo colazione/pranzo/cena, anche se ad orari scombinati. Non conosci persone che fanno la tua stessa vita, che non mangiano solo panini o pasti preconfezionati e possono darti dei consigli? A me prepararsi dei pasti come si deve mi sembra il minimo per dimagrire, ma è anche vero che non ho mai avuto orari come i tuoi. Per lo sport ci vuole tempo, è vero: ti consiglierei di camminare di più in mancanza d'altro, magari scendendo un paio di fermate prima, ma con i tuoi problemi di schiena non so se è il massimo.
Cambiare lavoro effettivamente faciliterebbe anche tutto il resto...sicura di non poter anche solo provare a fare domanda in qualche negozio o catena tipo H&M, ecc?
BlackTea

dorainpoi... ha detto...

Informati su lezioni di inglese private con un insegnante che possa essere flessibile rispetto ai tuoi orari piuttosto che un corso di inglese aperto a tutti secondo orari decisi da altri. Datti l'obiettivo di sostenere l'esame per qualche certificazione tipo il TOEFL così sai che livello di preparazione devi aspettarti di raggiungere.
Idem per l'ambito sport: trovati una palestra o piscina con ingresso libero (in cui magari paghi il singolo ingresso invece dell'abbonamento) così non sei vincolata a giorni e orari di lezione.
Alimentazione: mangia quel che ti pare, tanto lo sai tu qual'è il confine tra il saziarsi e l'abbuffarsi e non è il mangiare a sazietà che ti ha fatto tornare al peso pre dieta :)
Coraggio!

Anonimo ha detto...

Quando prima di partire qualcuno ti consigliava corsi o anche studio tuo personale della lingua, rispondevi spavaldamente che una volta a Londra avresti imparato.
E infatti....
Chiedi consigli (sempre i soliti e per le solite cose) ma alla fine fai SEMPRE di testa tua

Anonimo ha detto...

Sono l'anonima numero due.
Per le serie TV chi è all'inizio secondo me dovrebbe scaricarsi i sottotitoli in italiano, soprattutto per alcune serie e adesso spiego anche il perché. Considerato che ho fatto il liceo linguistico e che rispetto alla media delle persone credo di parlare un inglese abbastanza buono, quando ho iniziato a guardare serie tv in lingua ho provato a usare sottotitoli in inglese ma ci capivo davvero poco, principalmente per due motivi:
1) molte delle parole dei discorsi che fanno non vengono studiate a scuola o non si sentono usare spesso, quindi non ha senso sentire la pronuncia di una parola di cui non si sa il significato, nemmeno se la si vede scritta. E vi assicuro che all'inizio ci sono davvero tantissimi termini "sconosciuti" e se avessi dovuto guardarmi una puntata mettendo in pausa ogni volta che sentivo una parola che non sapevo ci avrei messo 3 ore. Sentendo invece la pronuncia della parola e leggendo il significato diventa subito tutto più intuitivo, si capisce di cosa si sta parlando.
2) alcune serie non permettono la totale comprensione del discorso in italiano, figuriamoci in inglese! Un esempio: the big bang theory. Se non si mastica un po' di matematica o di fisica o giochi da nerd molte delle battute vengono perse. Quindi oltre a non capire un accidenti in inglese vi perdereste anche il senso della frase.
Tuttavia, come in ogni cosa, dopo un po' di "allenamento" si può benissimo passare ai sottotitoli in inglese, che io scarico dal sito addic7ed.com (lì tra l'altro ci sono i sottotitoli in ogni lingua oltre all'inglese), e dopo ciò se la serie che si sta seguendo non ha discorsi troppo complessi da capire si può anche fare a meno dei sottotitoli. Non è una cosa trascendentale, se ce l'ho fatta io ce la può fare chiunque con un po' d'impegno.

Passando alle serie, te ne consiglio qualcuna (io sono DROGATA di serie tv): tra le sit-com amo The Big Bang Theory, How I met your mother, 2 Broke Girls, New Girl (adoVo)
Di queste ho provato a seguire qualche puntata doppiata in italiano, e oltre a perdere molte delle battute e dei riferimenti culturali mettono tristezza...
Tra le serie fantascientifiche ci sono Lost (non so come altro etichettarla), Fringe, Continuum, Orphan black, Falling skies (meh), poi di genere "fantasy" c'è once upon a time, tra quelle invece di genere thriller/azione/gialli/assassini "buoni"/drama seguo dexter, breaking bad, person of interest, the mentalist, bones, le serie derivate dai libri che seguo sono pretty little liars, under the dome, game of thrones. Ah poi seguo anche da vinci's daemons e white collar. Le mie preferite restano indubbiamente tutte le sit-com, white collar (che ha momenti d'ilarità molto frequenti con mozzie), fringe, lost, breaking bad (il successo che ha avuto è tutto meritato), got, person of interest e continuum. Orphan black promette benissimo.
Spero di nuovo di averti dato dei consigli utili. :)

Anonimo ha detto...

Sono sempre io, l'anonima 2. Per le certificazioni, come qualcuno ti consiglia qui sopra se il tuo inglese non è ottimo vai per gradi. Consigliare il toefl per primo mi sembra davvero azzardato. Io ho dato il pet in seconda superiore, però vale poco, l'anno dopo ho dato il first studiando parecchio (che non è comunque una certificazione troppo importante, però sicuramente meglio del pet). Il toefl mi sembra adatto per qualcuno che ha studiato e ha una conoscenza dell'inglese ben oltre a quello che viene insegnato a scuola.

Cupcakes ha detto...

Parto col ringraziarvi tutte per i vostri consigli.
A quanto pare lo studio della lingua vince su tutto (e ci credo, vivo in un posto dove si parla questa lingua, è il minimo parlarla correttamente).
Grazie davvero.

Vorrei puntualizzare una cosa: io di mio sono diventata col tempo una persona negativa.
Il mio inglese non è pessimo come lo descrivo. Capisco e lo parlo pure.
Dei video che seguo in inglese capisco praticamente tutto senza sottotitoli ed io stessa conosco un mare di parole, solo che mi riduco ad usare sempre le solite per non confondermi con le coniugazioni dei verbi.
Ho degli amici stranieri e riusciamo tranquillamente a parlare, è solo che mi vergogno. Tutte le volte in cui chiedo scusa per il mio inglese, chiunque, sia stranieri che british, mi dicono che non ho bisogno di chiedere scusa e mi ripetono SEMPRE che il mio inglese non fa schifo. "Ti capisco. Se ti capisco evidentemente stiamo parlando la stessa lingua".
I film in inglese li vedo coi sottotitoli in inglese perchè senza non riesco a decifrare bene le parole. Mi munisco di traduttore online (che ho anche nel telefono e che uso spessissimo) e faccio tutto.
Anzi diciamo pure che quando ho provato a vedere film in inglese con sottotitoli in italiano (come certi programmi di Mtv di cui mi avete scritto tra i commenti), ero troppo impegnata a contare gli errori e mi confondevo ancora di più, dato che traducono non letteralmente ma cambiano un sacco di parole.
Ho bisogno certamente di migliorare la pronuncia e l'accento, e per questo devo parlare, non solo ascoltare.

Un giorno credo che inizierò dal corso Esol o come si chiama. Il Toefl è davvero impossibile per persone normali, bisognerebbe conoscere la lingua praticamente in maniera impeccabile.

V. , quando ho la shift di mattina ultimamente è stata dalle 7 alle 16:00 con pausa verso le 11.
Quando ho il turno pomeridiano è 13/22 e ho la pausa verso le 15.
Quindi uno dei pasti principali o l'ho troppo presto o troppo tardi, e soprattutto quando esco da lavoro sono così avvilita che vorrei davvero solo mangiare e dormire. O comunque sono abbattuta e non riesco a pensare in positivo ad un buon pasto sano.

Anonima 10:59 , mi sei stata davvero molto utile. Un mio collega italiano che ha frequentato molti corsi d'inglese mi ha prestato uno dei suoi libri dicendomi che per lui è stato il migliore. Lui adesso l'inglese lo sa molto bene e vive qui da anni, per cui credo di avere già un buono strumento in questo momento (ovviamente dovrei anche decidermi ad aprirlo ma questo è un altro discorso legato alla mia pigrizia).
Serie tv o film non ne seguo, non mi piacciono ed io mi distraggo molto facilmente, ma i video di londoners su Youtube li amo e ne seguo a decine e li capisco anche. E poi sono appunto ragazze di Londra e hanno l'accento che qui sento più spesso.

Anonimo ha detto...

Secondo me è diversissimo sentire una youtuber che parla in inglese e guardare un film/telefilm sempre in inglese, poi magari mi sbaglio, ma di norma le youtubers popolari (trucco, unghie, capelli, vestiti e accessori) parlano sempre delle stesse 4 cose e magari le mostrano pure in video, se si mastica un po' d'inglese è difficile non capire. In una serie si parla di tutt'altro e generalmente se ne guardi più di una i temi trattati sono sempre diversi, le frasi tra i vari personaggi sono di tipo colloquiale o meno, ci sono interazioni che in un video su youtube mancano. Già è diverso guardare ad esempio delle recensioni di libri in inglese... Conosci federica frezza? http://www.youtube.com/watch?v=PviUKD7bDUo&list=PLA300E053D5747E3F&index=1
è una ragazza di bologna che adesso vive a londra e ha la madre di origini inglesi. Sicuramente ascoltarla è più impegnativo che guardare il video della sgallettata di turno che fa vedere il prodotto X o un tutorial, per carità, sicuramente aiuta anche quello però è una cosa diversa.
Poi se le serie tv non ti piacciono ci sono altri mille modi per imparare bene la lingua :)

Anonimo ha detto...

Cioè, non ho capito...
Dici che vuoi imparare l'inglese e chiedi consigli su come fare. La gente ti dà dei consigli e tu rispondi che l'inglese già lo parli e lo capisci, e hai solo bisogno di migliorare la tua pronuncia... e quindi?!?

Elena

Anonimo ha detto...

Io ti consiglio di reclutare qualche studente universitario che con pochi dollari l'ora ti faccia far conversazione...
Per quanto riguarda il lavoro, cerca in un ristorante come commis (ovvero colui che porta i piatti e non prende ordinazioni),sicuramente la cameriare ha un orario più decente rispetto a quello che hai tu in questo momento...
Io ti consigliere di non focalizzarti troppo sulla grammatica ma più sulla conversazione che è il principale problema degli italiani in inglese
R.

Anonimo ha detto...

Visto come hai risposto agli anonimi ti consiglio invece un viaggio a Lourdes

myhongkongdiary ha detto...

Guarda, anche io avevo a volte orari simili o anche peggio perche finivo a mezzanotte o l una dopo aver cenato alle sei e dunque avevo un buco nello stomaco da non credere... pero mangiavo cose sane, anche se a orari sballati, e questo mi ha salvato, e per sano dico un po' di pasta, un panino, verdure, carne, pesce...cose normalissime, non biscotti patatine e via discorrendo. E poi al ristorante bruciavo un milione di calorie credo perche era tostissima.
Purtroppo per lo sport ci vuole grande determinazione, mi dispiace. Finisci alle 4 del pomeriggio? vai in palestra alle sei. Inizi all'una? vai in palestra alle 9 del mattino. Purtroppo e' durissima, LO SO, ma tutta la gente che va in palestra fa cosi, che a volte finisco alle dieci di sera di allenarmi, o se so di avere un impegno alla sera vado a fare spinning alla lezione delle sette del mattino e sono in ufficio alle 9 30. Poi avrai i tuoi due giorni off alla settimana no? e vai in palestra quando ti pare in qui giorni, dunque se consideri i due off piu altri due in cui fai un po' di sacrificio, fanno gia 4 volte in palestra alla settimana! altrimenti le palestre sarebbero piene di casalinghe e disoccupati no? non credere che in un negozio faresti meno ore! è dura, ma è cosi, è la vita. se vuoi fare sport e lavorare è cosi, vedrai che dopo qualche mese andrai in palestra senza sforzo.

Steven ha detto...

Provare a mangiare verdura ... no ?

Delle belle insalate ...

Steven

Anonimo ha detto...

Ma a che serve chiedere consigli se tanto non ti servono oppure non li seguiresti (l'inglese lo sai già e x l'alimentazione non hai intenzione di prepararti i pasti).. Ma arrangiati sei a Londra da un anno e hai problemi di peso da una vita... Il massimo di cui hai bisogno è qualcuno che ti aiuti a gestire i pasti e uno psicologo... Ma tanto anche questi consigli, gli unici buoni che si potrebbe darti, non li ascolteresti... Per il lavoro mica era facilissimo trovare lavoro a Londra?

Cupcakes ha detto...

Anonimo 2:39 , hai ragione da vendere.
Le youtuber che seguo parlano sempre delle stesse cose e quindi oramai sono ferratissima su tutti i termini che riguardano quegli argomenti, ma vedere un telefilm o un film sarebbe di sicuro molto meglio per imparare qualcosa di nuovo.
Il punto è che a me proprio non piace guardare film e telefilm, perdo subito la concentrazione, mi viene sonno e mi annoio.
Leggere le riviste mi aiuterebbe di più. Anzi, leggere i quotidiani, anche quelli gratuiti che danno in stazione, mi aiuterebbe di più, ecco.

R. , in realtà se dovessi cambiare lavoro lo farei cercando qualcosa in altro ambito. Cafè per cafè, tanto vale restare dove sono, dato che la compagnia mi piace e anche il lavoro ed il contatto con il pubblico mi piacciono. Sono gli orari che non mi vanno a genio, ma luogo e lavoro sono ok.
Per quanto riguarda la conversazione hai ragione, è solo parlando che posso migliorare la pronuncia e capire come si dicono certe parole ascoltando i miei interlocutori.

V. , con i turni di mattina, seppur assonnata, tornerei a casa ad orari decenti per poter andare in palestra nonostante la stanchezza. Il problema è che ultimamente mi hanno messo spesso a fare chiusura.
Spero che mi ridiano le mattine, così mi lamenterò di sicuro del sonno arretrato che accumulerò ma almeno avrò tempo per fare altro.
Oggi un mio collega mi ha consigliato a cuore aperto di chiedere al mio manager dei turni fissi in base agli ipotetici orari che mi daranno in una scuola d'inglese, e siccome ne ho una gratuita vicino casa credo andrò ad informarmi così da poter fare tutto.

Steven , la verdura la amo e la mangio spesso, ma quando faccio le chiusure (di nuovo! parlo solo di questo in questi giorni) torno a casa tardi ed è molto più facile mangiare gli yogurt del lavoro o una piadina =(

Anonimo 1:10 , certo che è facile trovare lavoro, difatti ho trovato il mio dopo due giorni e il primo l'avevo trovato in tre giorni, ma ovviamente non puoi fare il medico senza una laurea in medicina... e non puoi fare un lavoro che richiede "spiegazioni" in inglese se non hai un vocabolario abbastanza ampio che ti permetta di farlo =)

Nuvola Rossa ha detto...

Ciao giuliana. Hm. Beh, credo parta tutto dall'organizzazione. Per quando riguarda l'alimentazione l'unica è portarselo da casa, il giorno in cui non lavori spendi un'oretta a prepararti cose che poi ti porterai dietro, non dico che ti devi portare il frigo dietro, ma un portapranzo con due cose ci puo stare...che ne so...ti prepari un'insalata di pasta, così non ti attacchi alle schifezze che ci sono in giro. Pure io sto imparando a portarmi il cibo da casa, è un po seccante ma migliore. Per quanto riguarda l'inglese, beh è solo una questione di tempo...nel tempo lo migliorerai...magari leggi qualche libro in inglese, esistono diversi livelli, visto che gia lo parli magari parti da quelli di livello intermedio. Poi vabbe hai gia amici stranieri quindi a furia di parlare con loro migliori. La palestra...non conosco i tuoi orari...o ti alzi un'ora prima la mattina oppure utilizzi il giorno in cui stai a casa...

Rachel Dean ha detto...

Trova il tuo tempo, datti il tuo tempo. Devi trovare spazio per te stessa, altrimenti soffochi nella tua stessa vita! Prova a ritagliarti attimi di TE, ma stavolta per davvero :) elencati le priorità, elimina le eventuali occupazioni non gradite. E lì, inserisci quel qualcosa che manca..
ti abbraccio,

MaestraMiyagi ha detto...

Mah, guarda...
Ti rispondo anche in base al precedente post.
Penso che se proprio non ce la fai a fare niente che non sia continuare a fare sta vita, forse dovresti attingere alle risorse monetarie, licenziarti (o prenderti tipo una settimana di ferie, SE puoi) e in quella settimana cercare di trovare un nuovo lavoro, la palestra ecc ecc.
Non ti do consigli sul cibo perchè non mi sono mai trovata nella tua situazione. Però per esempio, nei mesi in cui non riesco ad andare in palestra, mi attrezzo per fare esercizi a casa. Uno stepper (che fa bruciare un sacco) e gli elastici (idem), sono attrezzi economici e poco ingombranti, puoi stiparli dove vuoi. So che fare esercizi a casa magari è palloso (per me lo è), ma fatti bene ti assicuro che rendono quasi quanto la palestra (e con quasi non intendo il 50%, ma decisamente di più)..
Io credo che se non puoi lavorare in un negozio come commessa, quanto meno in un super come cassiera..a na certa chiudono, spero, non come i locali. O comunque in attività che non facciano i tuoi orari di ora...

Daniela ha detto...

inizia dall'inglese, concordo con chi ti ha suggerito qualcuno che possa darti disponibilità in orari flessibili. Dopo, tutto il resto.
Un bacione

PS: fra qualche settimana passo da Londra, se faccio in tempo ti avviso che, sai mai, magari ci si incrocia ;)

myhongkongdiary ha detto...

Sull'inglese non so bene cosa dirti perche per me non e' stato un grosso problema e credo che per te vivere a Londra sia meglio di qualsiasi grammatica, poi ovviamente il mio consiglio e' sempre di leggere in lingua originale e guardare la tv, film ecc.
Per la palestra, ti ho detto gia', devi imparare a far "fruttare" piu ore possibili della tua giornata, altrimenti ti ridurrai a lavorare-mangiare-dormire mentre le ore attive della giornata sono 16.
Ormai dopo un anno dovresti esserti abituata ai ritmi e alle fatiche lavorative, e purtroppo sara' banale ma No Pain No Gain. Per tutto ci vuole impegno e un po' di sacrificio. In piu hai due giorni off nei quali puoi comunque alzarti con calma e farti un paio d'ore di palestra, rinuncerai a qualche mercato, il che ti fa comunque bene secondo me.
Credo sempre che a te faccia bene stare a Londra, ora devi costruirtici una vita. Io qui a Hk anche il primo anno lavoravo, dormivo, e avevo un solo giorno off a settimana. Incubo.
Un abbraccio e ancora buona fortuna!

Anonimo ha detto...

Ciao
A distanza di tempo, purtroppo, hai avuto la conferma di quanto fosse scriteriata la dieta prescritta dalla nutrizionista di due anni fa. Troppo rigida da seguire per chi lavora; la nutrizionista doveva insegnarti a gestire il cibo da persona adulta, da persona che lavora, magari con orari improbabili.
Consigli? Uno solo, anzi si tratta di uno spunto di riflessione: mangiare bene equivale a prendersi cura di sé e mangiare bene non significa solo insalata scondita, anche perché per lavorare occorrono energie. Allo stesso tempo, rinviare il compito di avere attenzioni te stessa a quando avrai un lavoro con orari decenti, è un suicidio; cosa aspetti? aspetti di sviluppare una malattia metabolica?

Anonimo ha detto...

L'inglese doveva essere il tuo primo problema appena arrivata, o magari pensarci già quando eri in Italia. Invece di ascoltare le youtuber che parlano di lipstick e lushes ti attrezzavi con la grammatica e i film (se i film non ti piacciono te li fai piacere, se vuoi davvero imparare, pigrona viziata)sicuramente ora eri ad un livello migliore.
Il peso? Da quando ti sei decisa di partire in tanti ti hanno detto attenta, col cibo e la testa non sei ancora a posto, da sola rischi di crollare. Non hai ascoltato nessuno ovviamente, e hai rimesso su tutto con gli interessi, perciò anche qui arrangiati, tanto non ascolti nessuno e sei convinta di potercela fare anche da sola (tipico pensiero di chi in realtà da solo non ce la farà mai). Per il lavoro scusa, per lavorare in un negozio a sistemare la merce, il magazzino e dire alla cliente su quale scaffale sono gli skinny jeans devi avere conoscenze di inglese maggiori che stare dietro un bancone e capire le tremila richieste dei clienti all'ora di punta? A me sembra altrettanto difficile, ma non più difficile.
tutta questa gente che ti consiglia io non la capisco, tanto scrivi solo per lagnarti e poi comunque fai di testa tua

Anonimo ha detto...

X quanto riguarda il cibo , io ti consiglierei una di quelle applicazioni da telefono cm shape up club o fitness pal..non è una vera dieta, mangi cm vuoi e qnd vuoi cn il vincolo solo di non superare il tot delle calorie giirnaliere. Ok..nn sarà sanissimo, ma se non ricordo male a Londra nei fast food cm qll dove lavori tu, si trovano anke delle ottime soluzioni light su cibi e la frutta sfusa.. x l inglese prova a procurarti un tranquillo manuale al momento..lo studi un'ora al giorno e rinforzi la grammatica, e la pratica tnt la fai ogni giorno..cosi pian piano potresti risolvere un paio di problemi o almeno ridurli..sul fronte sport potresti provare comprando delle scarpette da corsa e iniziando con delle belle camminate a passo svelto..non so se qst consigli ti saranno utili, magari nn corrispondono a qll che volevi..ma dopotutto Roma nn è stata costruita innun giorno e da qualche parte ai deve iniziare, no? ;-)

Cupcakes ha detto...

Nuvolarossa , farò proprio così e mi porterò il pranzo da casa. Non posso continuare a mangiare panini per il resto dei miei giorni lì, e mi hanno anche stufata a dire il vero. D'Estate stavamo proponendo un'insalata buonissima e fresca con cous cous semplice e salmone, e mangiavo quella, ma adesso l'hanno tolta per aggiungere schifezze autonno/invernali e quindi ho dovuto rinunciare di nuovo. Me ne farò io a mio gusto.

Rachel Dean , grazie =)

Maestra Miyagi , in realtà attendo di vedere i miei orari della prossima settimana, dopodichè attenderò il ritorno del manager che per adesso è in ferie e gli chiederò chiaramente se può evitare di darmi le chiusure. Meglio svegliarsi presto che non avere tempo per vivere.
E di conseguenza avrò il tempo per fare un passo avanti verso l'attività fisica.

Dani , certo, fammi sapere!

V. , ieri chiedevo consiglio ad un'amica del Nepal che l'inglese l'ha imparato senza corsi e adesso lo sa benissimo. Le ho chiesto se secondo lei dovrei dare priorità ad un corso d'inglese o alla palestra e la sua risposta è stata: "Non hai bisogno di un corso d'inglese". MI ha rincuorata non di poco!

Anonimo 5:30 , in realtà la mia vecchia dieta non era come la immaginate voi, ma vi siete un po' fissati sul fatto che fosse restrittiva (perchè, perchè non mangiavo pizza? A me la pizza non piace e non la voglio, né voglio "contentini" quando sono a dieta).
Detto questo, adesso dovrei migliorare la mia alimentazione in base al mio nuovo stile di vita, ma credo che nessun dietologo dia diete bilanciate preventivando che possano servire a persone che pranzeranno alle 9 di mattina =)

Anonimo 11:19 , troverò qualcosa da fare, siano camminate o sia palestra, però niente app, non fanno per me quelle cose lì!

Anonimo ha detto...

Un nutrizionista a conoscenza dei tuoi problemi alimentari, magari messo in contatto col tuo psicologo, potrebbe darti una dieta adatta a te, al tuo stile di vita e ai tuoi problemi, visto che hai problemi di abbuffate. Per te la dieta è solo ed esclusivamente "rinuncia" visto che dici di non voler "contentini", e non è il pensiero più adatto per iniziare a vivere la questione cibo nel modo giusto. Ma perché è difficile trovare lavoro nei negozi? Stai comunque a contatto con la clientela come nel bar... Io sono in Italia, ma soprattutto nelle grandi catene e non nei negozi di nicchia non devi avere tutto questo contatto col pubblico... Invece di pulire e fare caffè, riordineresti la merce e consiglieresti gli scaffali giusti... O vuoi dirci che pure in Inghilterra discriminano in base all'aspetto fisico x certi lavori?

RamyRamy ha detto...

lo sai che abbiamo lo stesso rapporto con l'inglese io e te??
(in riferimento al tuo commento qua, tra i tanti)è capitato lo stesso a me, in thailandia... maledetta vergogna e paura di non riuscire.. eppure molti ci dicono che lo parliamo bene.
insomma,ci sono delle capre di persone che si credono chissà che madrelingua e non sanno nemmeno dire le cose basilari...tutto sta nella propria autostima secondo me.

io credo che lo sai bene l'inglese cup, potresti provare a lavorare in un negozio benissimo, del resto pure in italia in alcuni negozi ci sono commesse straniere che non parlano perfettamente ma è sufficiente per vendere... non credo vogliano un plurilaureato per (esempio) un negozio di abbigliamento...no??

Anonimo ha detto...

Scusa, ma tua sorella ha chiuso il blog? Perché? Mi dispiace:(

Elisa ha detto...

Comunque Giuliana pensa a quanta gente fa orari sgangherati: medici, infermieri, turnisti nelle fabbriche, baristi dell'autogrill, casellanti, poliziotti, guardie armate, capitreno, controllori ferroviari, tecnici d'emergenza, spazzini e operatori ecologici vari, hostess, piloti e personale aeroportuale..eccetera... Penso quindi che la tua sia anche un po' pigrizia, devi sconfiggerla e organizzarti i pasti, è proprio inevitabile. Inoltre guarda che i dietologi sono lì apposta per pensare a soluzioni dietetiche per il tuo caso specifico, non ci troveranno niente di assurdo nel fatto che pranzi a orari strano, credimi! Una volta ho conosciuto una tizia che al mattino mangiava spaghetti, su consiglio della dietologa, e la dieta funzionava anche molto bene, quindi non penso che il tuo caso le suonerà così assurdo! Provaci!!! :)

Anonimo ha detto...

Appunto, è l'indolenza e la pigrizia che la frenano... Ormai è un anno che sei li, dovresti riuscire ad organizzarti meglio, ma non lo fai perché sei pigra. E poi perché non rispondi a nessuno di quelli che ti chiedono perché non fai domanda in un negozio? La scusa della lingua non attacca....

ellee84 ha detto...

Ciao giuly, finalmente trovo il tempo di leggerti e commentare. Per l'inglese i consigli che ti hanno dato sono ottimi..io aggiungo anche di guardare TANTA tv inglese con i sottotitoli (li attivi dal televideo come in Italia): aiuta tantissimo a imparare il British English e tutte le sue varietà. Su alimentazione e palestra..qualsiasi lavoro tu faccia sarà sempre difficile organizzarsi quindi non dare la colpa ai turni..io ad esempio lavoravo in negozio a camden tutti i giorni dalle 10 alle 18 e dovevo sempre mangiare fuori quindi ugualmente non riuscivo né a fare attività fisica né mangiare decentemente..idem se lavorassi in ufficio 9-17...quando si lavora é cosi..in Italia come in UK..devi trovare il tuo equilibrio e cercare di metterla tutta se vuoi davvero cambiare le cose! Baci

Anonimo ha detto...

prendi un po di cazzo in più! non sto nemmeno trollegiando credimi, ma facendo più spesso sesso perderesti peso, saresti più allegra e positiva verso il resto ;)

Anonimo ha detto...

perdere peso col sesso è la classica diceria da ignoranti.... Al massimo essere innamorata con le farfalle nello stomaco potrebbe aiutarla.. In ogni caso credo anch'io che, in linea con le tue origini (tendete a lamentarvi più del dovuto) tu faccia una tragedia per cose che la gente affronta tutti i giorni: orari difficili al lavoro, poco tempo per l'attività fisica o per altro. La storia che mangi male e a scatafascio x via del lavoro.. No... Tu ti riempi come una botte perché sei disturbata, punto, ed è quello il primo punto da cui dovresti partire, e non l'inglese, il sesso o il cambio di lavoro (anche perché pure in Inghilterra guardano il lato fisico in certi negozi, non in tutti, come del resto in Italia, ma in alcuni sì, è non dire di no). Non prendertela per ciò che scrivo, cerco solo di dirti la verità senza condirtela con troppo zucchero.

Cupcakes ha detto...

Ovviamente avete ragione quando dite che le mie sono solo scuse.
In realtà non sono proprio scuse perchè sarebbe davvero troppo difficile fare pasti sani con orari sballati, dato che negli orari "normali" mi verrebbe comunque una fame che non so come potrei riuscire a placare, però non è neanche impossibile ovviamente con un po' di organizzazione e volontà.

A me lavorare in caffetteria piace, per cui se avessi diversi orari mi piacerebbe non sentire il desiderio di cambiare lavoro. Conosco e ho conosciuto persone che lavorano in negozi, e a quanto pare è peggio per quanto riguarda il lavoro in sè. Si ha a che fare con clientela diversa, con confusione maggiore e con più pressione da parte dei capi. I negozi nei centri commerciali chiudono tardi ad esempio, per cui dovrei trovarne qualcuno proprio in centro per avere orari più o meno normali.

Nei supermercati neanche a parlarne. Chiudono praticamente tutti o alle 23 o a mezzanotte, e si lavora fino a quell'ora. E aprono quasi tutti alle sei di mattina (al pubblico, non solo ai magazzinieri!).

Sinceramente vorrei cambiare lavoro per fare qualche altra cosa, non per passare dal bar ad H&M, per cui devo aspettare di capire cosa voglio e poi darmi da fare.
O chiedere al mio manager di darmi più spesso la shift 7/16 che non è malaccio nonostante la sveglia alle 6 del mattino.

Ps: Le ultime volte in cui ho fatto sesso ho anche mangiato di più, altro che smaltire e smaltire -.-

Anonimo ha detto...

Scusa, ma se non hai intenzione di passare da caffetteria a H&M cosa avresti intenzione di fare? Lavorare in un negozietto d'élite dove chiedono come requisiti minimo tre lingue, una laurea ed esperienza pregressa per fare la commessa? Se vuoi cambiare lavoro devi anche accontentarti, o appunto resta dove sei. E mi pare anche assurdo che tu chieda al tuo capo se può cambiarti i turni x motivi futili come il cibo o il fatto che non hai tempo per lo sport o le amiche: sveglia, sei nel mondo del lavoro e sei anche l'ultima arrivata. Fossi il tuo capo ti manderei a quel paese.

Anonimo ha detto...

guarda il sito di assimil, ciao, anna