9 febbraio 2012

Giovedì 9 Febbraio 2012


Che qualcuno mi aiuti a non cedere!

Lo scrivo pubblicamente così mi bacchetterete e dovrò per forza di cose non farlo: ho una voglia di sgarrare che neanche lo immaginate, ma non sto ovviamente cedendo. Il ciclo è arrivato a passato, quindi non posso neanche giustificarmi con gli ormoni ballerini.
Non parlo di oggi, anche perchè sto per andare in piscina (benedetto sia l'abbonamento trimestrale, altrimenti avrei già trovato scuse per non andare più), bensì in generale.

Ieri ne ho parlato anche alla psicologa. Avete presente quando nella testa si hanno due voci che si parlano l'una sopra l'altra? Non parlo però di angioletto e diavoletto, ma proprio di pazzia.
Ecco, io ho una voce che, ogni volta che mi addentro nel quarto mese di dieta (anche se adesso sto per raggiungere il quinto), inizia a dirmi che oramai sono arrivata al mio massimo, che l'importante è non ingrassare e che una fase di stallo dalla dieta ci sta.
So che in realtà non è così, che la dieta dura tutta la vita e che la fase restrittiva ancora è nemmeno a metà, ma il pensiero interno è inevitabilmente solo uno: la dieta è finita.
Il mio corpo non cede, ma sapete quanto sia difficile lasciare fermo il corpo quando la mente cammina  a velocità supersonica.

No, non sono dipendente dal cibo, ho solo voglia di mangiare qualcosa che non sia una fettina arrostita o un piatto di verdure lesse e no, non voglio mangiare dieci hot dog di fila, nè farmi esplodere gli occhi a furia di ingurgitare zollette di zucchero.
Lo specifico perchè so già che qualcuno potrebbe scrivermi "E meno male che tu non credi alle dipendenze e poi ne sei vittima".

Penso alla pasta. Alla carne che non sia una normale fettina da arrostire. Io non mangio polpette se non quelle di soia, niente cotolette, neanche arrostite, niente involtini. Niente di niente.
Ci tengo a dire che la mia dieta è perfetta, e che anche quando frequentavo un dietologo e non una nutrizionista, non avevo le concessioni di cui spesso mi parlate fra i commenti. Io stessa sono contraria alle concessioni. Se mangiassi una cotoletta arrostita ogni tanto, mica mi passerebbe la voglia di gelato, anche se uno solo, o di un piatto di lasagne al forno.
Quindi no, la mia dieta non è restrittiva, è solo seria, e mi piace così. Mi piace perchè mangio ogni due ore, e non si trtta di una mela, ma anche di carboidrati: biscotti senza zucchero, yogurt, gallette di riso, crostini integrali. Roba sostanziosa, non una carota tappabuco per intenderci.

Eppure, dopo quattro mesi e mezzo inizio a sentirne il peso.
Il peso di essere a metà percorso e di avere davanti una strada troppo lunga. Il mantenimento sarebbe diverso, perchè potrei concedermi qualcosina ogni tanto, anche solo una volta ogni dieci giorni. Adesso non posso farlo, non posso farlo mai e quando lo faccio combino solo danno, fermando completamente la mia macchina interna che brucia i grassi.
Il peso di ingrassare di due chili ogni volta che faccio uno sgarro.
Il peso di avere quei due chili sul groppone, che se gli altri prendono liquidi io prendo direttamente il grasso, dato che dopo i giorni che seguono lo sgarro, i chili acquistati restano lì dove sono. Se fossero liquidi andrebbero via dopo una settimana, no? Dopo una settimana di dieta perfetta, aggiungo. E invece no, se faccio uno sgarro prendo due chili, e vanno via nei dieci giorni successivi, quindi per me anche solo un solo sgarro al mese equivarrebbe a stare ferma per 15 giorni, e quindi perderei si e no un chilo nei restanti 15. E che dieta è una dieta dove si perde un chilo al mese?
E di nuovo no, non credo la mia dieta sia sbagliata, perchè senza sgarri ho perso sei chili il primo mese e sei chili il secondo. Il terzo ho sgarrato e ne ho persi tre, quindi sono io il problema, non la dieta.

Mi pesa anche chiarire i concetti prima che qualcuno mi faccia sempre la stessa domanda. Si che io sono prevedibile, però certe volte lo siete anche voi.

Tipo, ho ribadito cento volte che la mia dieta è bella, sana ed quilibrata, e ricevo lo stesso sempre gli stessi commenti su quanto sia sbagliata, strana, restrittiva e insensata.

Io amo il mio blog e amo avere dei lettori che mi seguono da tanto, che mi apprezzano per quella che sono e c'è persino qualcuno che mi stima, però sappiate che mi viene molto pesante certe volte parlare e scrivere qui, perchè mi capita di vedere e leggere solo dei mulini a vento o dei muri: è come se io non sapessi spiegare. O come se voi non capiste, che tutto sommato è la stessa cosa ma fin da quando siamo piccoli ci insegnano che se ti prendi tu la colpa di non saper parlare, almento non dai dei cretini ai tuoi interlocutori...

Si è capito che sono nervosa?

Qualcuno può aiutarmi -.- ?

50 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Cup,
non devi assolutamente sgarrare!!! Io non ho mai fatto diete e quindi posso solo immaginare come ci si sente quando non si può mangiare quello che si vuole. Quattro mesi di dieta, è vero, sono tanti, però hai perso tanto peso ed è questo miglioramento che deve darti la forza di andare avanti. Non buttare al vento quello che hai ottenuto, pensa a quando sarà il momento di partire per Londra e avrai raggiunto il tuo peso forma:)
Buona serata.
Ila

Anonimo ha detto...

E' un problema che, in seguito a.. mmh 13 anni di diete e altrettanti fallimenti non ho ancora risolto. Ci sto riprovando e stavolta la dieta pare aver preso il verso giusto ma.. la voglia dello sgarro (piccolo o grande) non passa mai. Io cerco di leggere, di uscire, di chiamare un'amica, di ascoltar musica.. di distrarmi insomma. A volte la voglia di cibo passa. A volte no. Ma, ad ogni modo, un sincero "In bocca al lupo".

Barbara =)

Anonimo ha detto...

"E che dieta è una dieta dove si perde un chilo al mese?"

Questa è stata la mia dieta. 10 kg in 11 mesi. Potevo mangiare una pizza o un dolce alla settimana, in questo modo non ho "sofferto" uscendo né mi sognavo dolci o carne arrosto di notte. Giuliana, io non sto dicendo che la tua dieta sia squilibrata, è solo che dato che tu non sei un robot (come ho scritto in un commento a un post sotto) ma un essere umano è NORMALE che tu impazzisca se non mangi niente di godurioso una volta ogni tanto. E poi quando cedi è il disastro :(
Un'altra cosa che ho notato con la mia dieta è stato il fatto che con le diete che facevo prima perdevo 5 o 6 kg al mese e li riprendevo subito se mi capitava di mangiare di più una volta ogni tanto, mentre con questa non ingrasso di un etto se vado fuori e mangio più del solito.
Però c'è anche da dire che quella che ho fatto io oltre ad essere una dieta è stata più che altro una rieducazione alimentare... All'inizio la chiamavo dieta, ora praticamente è diventata la mia alimentazione quotidiana. Non credo alle diete a tempo, cioè quelle con la fase "dieta rigida" e la fase "mantenimento" perchè poi a queste due si aggiunge la terza, ovvero il "torno come prima". Io non ti posso biasimare se tu credi che perdere un kg al mese non sia dieta, perchè per tanti anni io sono stata la prima ad esserne convinta.
Bacione :*

Anonimo ha detto...

Sai Giuliana io ti invidio, ti invidio perchè se vuoi puoi mangiare quell'involtino e quel dolce. Io invece ho una grave allergia al latte da quando sono nata e non so nemmeno che sapore abbia un tiramisù, un cappuccino o una brioche alla crema. E non voglio fare la vittima, io odio chi fa la vittima. Però pensa che tu un giorno potrai mangiare queste cose,ed è un giorno nemmeno troppo lontano mentre ci sono persone che per tutta la vita non potranno mai farlo. Forse non volevi sentirti dire questo ma quando leggo di diete e affini darei qualsiasi cosa per poter mangiare senza pensare di finire in ospedale e ti invidio perchè il tuo pensiero è di ingrassare mentre il mio è di morire. Tutto qua, immagino che sia difficile essere a dieta ma a volte provare a vedere le cose da un'altra prospettiva aiuta. Un bacio.
Lolle

ellevibi ha detto...

Cup non ti so aiutare perchè quando mi prende quella voglia di sgarrare io stessa non so da che parte girarmi, però ti posso dire che si vede moltissimo che sei dimagrita e che stai sempre meglio, e hai quasi acmbiato fisionomia nel viso.
Pensa che quella che stai percorrendo è l'unica strada che ti può condurre dove vuoi arrivare e che comunque dovrai continuare a percorrerla, per cui sgarrare adesso ti ostacolerà e ti renderà la strada più lunga...ma poi guarda ai risultati ribadisco. Se resisiti vedrai altri risultati, ti starano vestiti che adesso non ti vanno. E poi pensa al senso di nausea dopo aver mangiato molto anche senza abbuffarsi...è così bello sentirsi leggeri!
Sì loso, sono solo parole...solo tu puoi fermarti. Fermati Cup, non ne vale davvero la pena!

Anonimo ha detto...

Secondo me sbagli a farti tutti questi problemi. Vedo gente a dieta che piange x la dieta oppure mangia e si lamenta..ma io non capisco? Se vuoi un bel piatto di pasta come si deve mangialo,non è detto che questo implichi che tu riprenda con le cattive abitudini. Penso che una bella sgarrata possa farti bene x staccare e riprndere con più voglia.

Anonimo ha detto...

.............che fallita...sarai sempre una cicciona e sei pure un'immatura. Tutto e subito...

Carmen ha detto...

non sono una grande esperta di diete però credo che se ti metti d'impegno puoi farcela a resistere, non gettare via tutti gli sforzi fatti fin'ora :(

Neofanta ha detto...

Cup, non saprei da dove partire coi miei pseudo consigli...
- Prova a smorzare l'appetito fuori pasto con bevande (i soliti the verde, orzo, tisane depurative) o semplicemente acqua
- chiedi alla dietologa se 2-3 giorni a settimana puoi sostituire i carboidrati con un piatto di pasta magari integrale(70-80 gr dovrebbero essere sufficienti, e più gratificanti di gallette e biscotti!)
- soprattutto, cerca di capire di cosa hai più voglia e consultare la dietologa se e quando te lo puoi concedere(ad esempio, ci sono barrette Kinder di cioccolato al latte da 12 grammi l'una, una-due al giorno mi risolvono il problema della gola...Anche Karl Lagerfeld dimagrì 30 kg in un anno concedendosi un quadratino di cioccolato bianco al giorno)
- potrà farti ridere, ma a me camminare e fare addominali, prima lenti e poi veloci, smorza il senso di fame, è come se aiutasse a stare a stomaco quasi vuoto!
Sentire il peso di una dieta è ammissibile, siamo in pieno inverno, fa un freddo boia e noi donne abbiamo anche a che fare con la fame da "giorni rossi", quindi non ti devi colpevolizzare! Se anche tu perdessi un paio di chili al mese, sarebbe comunque una bella cosa, dopo 15 buttati giù, anche perchè è tutto training per abituarsi a mangiare bene a lungo termine.
Un'ultima cosa, circa il "sentire" il corpo: una nostra amata amica blogger scrisse che spalmarsi di crema e massaggiarsi dopo la doccia era un buon metodo per "sentirsi"...beh, direi che provare sia il minimo, no? ;)
Un abbraccio, Neofanta

birrabionda ha detto...

tu devi sapere che io ti stimo. ti stimo perchè 4 mesi e mezzo di dieta non sono pochi. per niente. e sono sicura che raggiungerai il tuo obiettivo. io ho miseramente mollato dopo una settimana, ricomincerò prima o poi, forse.

Anonimo ha detto...

E menomale che eri cosi contenta della tua dieta, che stavi benissimo, che non ti pesava ma che anzi ti faceva stare bene non sgarrare! sei di un'incoerenza unica, abbuffati perchè tanto se non lo fai ora lo farai tra poco. sei destinata a restare grassa a vita, non hai la forza di volontà per portare al termine NULLA di quello che ti proponi.

violanota ♠ ha detto...

Giuly io non ho mai fatto una dieta ma invidio la tua forza di volontà, golosa come sono non riuscirei mai a privarmi di una cosa di cui ho voglia (soprattutto i dolci).

In ogni caso, se c'è una cosa che ho notato è che stavolta hai affrontato questo percorso in maniera molto diversa dalle precedenti, quindi non mollare! sarebbe davvero un peccato :)

Anonimo ha detto...

purtroppo quando il metabolismo assimila, non c'è nulla da fare! mica si può stare a dieta tutta la vita

rassegnati ad avere una XL, in fondo non sei bassa quindi non è così disastroso. ci sono donne over46 anche in tv che piacciono tanto, sono sposate, hanno una vita attiva e dinamica. non c'è nulla di male, non siamo tutti uguali ed è bello così.
rilassati e accettati, se a qualcuno non piaci, guardati intorno. molti uomini preferiscono le donne matrone abbondanti che tanto ricordano gli anni '40

ACCETTATI E MIRA AD OBIETTIVI CONCRETI CHE TI DIANO SODDISFAZIONI TANGIBILI, FREGATENE DEL FISICO.

Anonimo ha detto...

Ciao Giuliana
Per me dovresti proporre alla nutrizionista di rivedere la dieta, quel tanto che consenta di introdurre alimenti sfiziosi, appaga voglie. Sei stata molto chiara nel dire che la voglia di altro non si tradurrebbe in una abbuffata. Elasticità non sta per lassismo o abbandono di schemi alimentari equilibrati. Alla fine il dimagrimento è la risultante di tre fattori: alimentazione equilibrata, movimento, sbilanciamento tra calorie ingerite e calorie bruciate (si deve consumare più di quello che si introduce). Quindi, se introducendo una porzione di una pietanza che ti piace tanto, vai a correggere gli altri pasti, non cambia niente. Anzi penso che la nutrizionista dovrebbe "educarti" in questo senso, perché ci guadagni in autodeterminazione, autostima e motivazione.
Ciao e in bocca al lupo

Dona il tuo amore qualsiasi cosa succeda ha detto...

RESISTIiiiiiii!! Cavolo non sai quanto "tifo" per te, "tifo" per leggere un giorno che hai raggiunto i tuoi obbiettivi e credimi...a volte non tifo nemmeno per me stessa!
Questi sono momenti di abbattimento, ma sfogati, parla, nuota...ma non cedere!

Anonimo ha detto...

Quando ti viene voglia di sgarrare prova a distrare la mente con qualcosa che non sia il cibo ma che ti fa sentire bene, come fare una passeggiata con qualche amica, leggere, nuotare ecc
Poi se il problema è che la dieta inizia a sembrarti ripetitiva e un pò monotona parlane con la dietista che ti introdurrà qualche modifica.
Vedrai che ce la farai!Pensa all'obiettivo!

Simona

Anonimo ha detto...

Dai Giuly non mollare. :) Perdere tanti chili non è una cosa semplice ed è normale avere segni di cedimento, sei una persona, non una macchina. Ma fallo per tutti i chili persi fino ad ora, per tutta la roba che ora puoi mettere perchè ti sta meglio e perchè è della giusta taglia, per tutti i vestiti che ti piacciono che potrai indossare se dimagrirai ancora. Un bacione!

thefashioncat ha detto...

Che rompica**o sti anonimi! ma non hanno una vita loro????

Comunque, io come tanti altri ti sosteniamo sempre quindi non mollare Cup! se ti viene fame (a chi non capita?!) mettiti a fare altro, qualsiasi cosa, per distrarti ed evitare di mangiare! ce la puoi fare, perchè, come avevi detto qualche post fa, è tutta questione di determinazione :)

ScusiScende ha detto...

Mi ha toccato particolarmente il messaggio di Lolle, penso che lo farò leggere alla mia amica quando, anche lei, come te ha voglia di sgarrare. Io su questo non so che consigli dare, è un argomento moooolto ostico.

Anonimo ha detto...

Bah, Cup, visti i tuoi problemi secondo me psicologa e nutrizionista (visto che frequenti tutte e due) dovrebbero essere un minimo a contatto e lavorare con un pò di coordinazione.

Per quanto "sana&equilibrata" sia la tua alimentazione, devi tenere comunque conto che, almeno da quando ti leggo io, sarà la terza volta che sei seriamente a dieta: a un certo punto, come hai detto tu, molli.
Sicuramente c'è un motivo e il cibo, ricorda, dà anche gratificazioni di cui certe persona sentono più la necessità di altre.

Secondo me è meglio ritardare di due pesi la raggiunta dell'obiettivo ed aumentare la possibilità di centrarlo, che viceversa.
Parlane con la psico e con la nutrizionista, un gelato o un pizza ogni tot non fanno un ciccione MAI, in nessun caso (mi viene in mente una battuta di Benigni su Ferrara: "Il problema non è che mangia... è che rimangia!"... stesso meccanismo per il quale dopo il pranzo-sgarro ti sei mangiata quella specie di frappè di caffè, pensando "Il giorno è perduto").

Non sforzarti da sola e parlane alla nutrizionista,in modo che ti alleggerisca un minimo il regime, sennò che chezzo la paghi a fare, ti potevi far dare la dieta e vaffa.

Sluggard

お菓子 Okashi Lau ha detto...

io non posso aiutarti perché ti capisco tanto tanto :-( non ti sarei di nessun aiuto visto che dopo 6 mesi di dieta ho ricominciato a mangiare schifezze a pieno regime :-( dovremmo aiutarci a vicenda altrochè!

Anonimo ha detto...

io quoto Sluggard, e aggiungo: la storia si può cambiare. Mettiti bene in testa che non perché le altre volte non ce l'hai fatta sei destinata a fallire, ok? Non esiste una maledizione su di te. PUOI farcela. Puoi cambiare la tua vita, perdere tutti i kg di troppo, trasferirti a Londra, farti i capelli viola, un piercing sul culo. PUOI. Il passato è passato.

H.s.

Arounderground ha detto...

Trattieni la tua forza di volontà coi denti e tieni occupata la mente su altro! Anche che fosse la cosa più stupida di questo mondo..o ripeti come un mantra "tu non hai bisogno di mangiare questo ora..".
Sono momenti duri ma quando li hai superati c'è tanta soddisfazione, te lo ricordo perchè so che lo sai già!
Dai dai!!!

Anonimo ha detto...

Il discorso è che una dieta del tipo che fai tu, sarà certamente corretta ed equilibrata, ma non è fatta in funzione e per una persona che ha sofferto di abbuffate compulsive.
Ci sono nutrizionisti specializzati in disturbi alimentari proprio perchè sanno come aiutarti a non arrivare al "desiderio dello sgarro",(certo le magie non le fa nessuno, ma una specializzazione non ce l'hanno a caso). Tu la chiami voglia, una "voce" che ti dice di sgarrare, ma è cmq lo stesso impulso mentale che si ha prima di un'abbuffata, (che poi non avvenga, o che tu mangi anche solo un pezzetto di carne cucinata diversamente, poco importa...l'impulso mentale avviene lo stesso ed è quello che conta, soprattutto crea poi tutto il disagio con annesse difficoltà a portare avanti una dieta. Le persone equilibrate con il cibo non hanno di queste reazioni e non perchè non gli piace mangiare...). Secondo me, (sottolineato -secondo me-), ti prendi in giro in questo modo, ma detto per te, non per giudicarti, anche perchè capisco... Non sembra amore per il cibo, piuttosto "mi piace mangiare" può diventare una scusa per non guardare il problema per quello che è. Altra cosa da considerare, è che se non fosse un fattore puramente psicologico, allora, nonostante la dieta sia corretta in termini generali, magari non lo è per te e ti porta a scompensi nutrizionali che il tuo corpo ad un certo punto reclama. Senza mettere in dubbio la tua nutrizionista, provare un'altra con specializzazione non è decretare un fallimento professionale, semplicemente poteva non andare bene per te. Secondo me hai "soltanto" bisogno di demolire proprio quel desiderio dello sgarro non privandoti di niente, ma imparando a gestire, (sempre con qualcuno competente), le quantità. Alla moderazione ci si deve arrivare con sforzo si, ma in modo molto più naturale, altrimenti psiche e corpo risentono per forza della privazione...dopo ovvio che la volontà và a farsi benedire.
Dire "sono io che ho problemi, non la dieta" oppure "ho il metabolismo che accumula grasso, non come gli altri"... sono: la prima un'affermazione per non provare un'altra soluzione e conseguentemente per accusarti-sentirti sbagliata-in colpa, la seconda una cazzata, nel senso che il metabolismo si adatta allo stile di vita,(cambia con l'età e tanti altri fattori, ma tu...che diamine, sei stra giovane e non hai disfunzioni metaboliche).
Ho avuto una nutrizionista con specializzazione in questo tipo di problemi e non mi ha mai prescritto una dieta simile alla tua, anzi, non l'ha mai chiamata dieta, ma educazione alimentare. Non c'erano regole rigide e erano compresi tutti gli alimenti, perchè sei tu che devi imparare a scegliere e gestire fra le indicazioni che ti danno. Questo tipo di alimentazione è quella che funziona a lungo termine, inutile pensare di fare una dieta triste a vita, non regge. Esistono anche il gelato, la pizza e le patatine...e siccome non spariranno perchè si è a dieta, si deve imparare a convivere anche con quelli. Non si prende peso per un gelato o una pizza. Quando dici che prendi due chili per uno sgarro, io credo che quello sgarro sia molto abbondante, perchè succedeva anche a me, ma non è grasso come dici tu dai, e a meno che tu non ci rimangi molto sopra nei giorni a seguire, se ne va. Saresti un caso da studiare altrimenti...non credo tu lo sia.

coccinellaverde ha detto...

è solo un momemto di sconforto,c'è poco da fare lo stare a dieta pesa e non perchè la tua dieta non sia giusta,ma perchè semplicemente ognuno vorrebbe poter scegliere cosa mangiare in un determinato momento.Questo non implica che uno si voglia abbuffare,solo avere più scelta.Non hai niente che non va,a un certo punto della dieta capita a tutti un pò di stanchezza...io sono una frana predico bene e razzolo male,posso solo consigliarti di farti una bella tisana con un pò di dolcificante o fruttosio e stringere i denti...se ogni due ore mangi qualcosa quella non è fame,è solo una voglia che deve passare.Forza Cup sai quanto ammiro quello che stai facendo!

cuoreblu ha detto...

cup, tieni presente che per quanto chiaramente tu possa spiegarti, ci sarà sempre una quota di deficienti che ha deciso che ti vomiterà addosso per partito preso. non è un fatto di comprensione mancata, è che ti hanno scambiata per il loro punching ball umano.

sei stata brava finora, seguendo con precisione un regime alimentare sicuramente restrittivo (che non so quanti dei detrattori, anonimi e non avrebbero la forza di seguire non per tre mesi ma per una settimana), e in questo momento ti trovi ad affrontare e dover 'disinstallare' dei pensieri interni disfunzionali. Sii forte e paziente, preparati a perdere qualche battaglia (perché queste sono voci antiche, molto fonde e difficili da contrastare) e a vincere la guerra sulla lunga distanza.

sei coraggiosa, giuliana, e lo stai dimostrando.
ti mando un abbraccio (una lettrice -di lunga data- silenziosa che conosce questi momenti e che si arrabbia proprio quando legge certe cattiverie)

RamyRamy ha detto...

tutto ciò che hai detto,che provi, è giustissimo e normale,specie dopo ben 4 mesi di dieta! e capisco bene pure il fatto che per uno sgarro metti su kg ed è come eliminare settimane di sagrifici fatti...
Di regola non dovrebbe esser così però (cm tu stessa dici) xkè se si fa una dieta equilibrata con uno sgarro non si dovrebbe metter su peso effettivo. probabilmente ciò è dovuto al fatto che all'inizio di una dieta si riprende subito peso se si mangia qualcosa di grasso, dopo che ne fai proprio un tuo regime alimentare, tutto cambia. e per 'dopo', intendo dopo 1 anno o 2. All'inizo pure io credevo come te che fosse x sempre così ed ero sconfortata al massimo, dopo ogni sgarro mi sentivo fallita, ma non lo è piu dopo 3 anni.probabilmente il corpo si deve solo abituare al mangiar sano per non non mettere peso...

Theallamenta ha detto...

Ora forse dirò una cagata colossale, ma a me ha aiutato molto questo specchietto che ho trovato in rete (non sono a dieta, ma come sai mangiando come mangio io a volte anche a me mancano gli "sgarri"), quando ho voglia di qualcosa di qualcosa di particolare lo guardo e cerco di capire da quale sensazione deriva.
Magari è una cretinatissima, ma a me aiuta un sacco a deviare l'attenzione dal cibo. Se mi rendo conto di essere chessò, ansiosa, mi passa la voglia di dolci e mi concentro sul vero motivo della mia "voglia".

ecco il link:
http://pinterest.com/pin/37365871877832708/

Magari è una castroneria, ma non si sa mai (sto tentando di essere costruttiva :)

Anonimo ha detto...

Cara... io sono in una fase non stop di binge da ben tre mesi. Mi sento persa. Ho ben 10 kg in più sul groppone. E' diverso dalla tua situazione ma ti assicuro che capisco il fatto di avere in testa la fissa del cibo e molto spesso di un cibo in particolare.. e capisco anche il fatto di prendere subito due chili e di metterci una vita a perderli.
Chi non capisce è perchè non ci è passato.

Anonimo ha detto...

anonimo 3 hai descritto tutto ciò che penso e tutto ciò che ho vissuto!per fortuna ho incontrato una brava nutrizionista nel mio percorso di guarigione.. che mi ha dato una rieducazione alimentare dove mangiavo la pizza il sabato e i dolci la domenica..ho perso una 15 di chili..pazientemente un chilo al mese..e adesso è diventata la mia educazione alimentare!!penso che è quello che ti servervirebbe pure a te..
baci

,heartbeat ha detto...

Quei 2kg che prendi quando sgarri li prendi proprio perchè la tua dieta è TROPPO restrittiva (o "seria" visto che ti piace di più chiamarla così!)
Ci vuole tutto ma nelle giuste dosi (che non sono quelle di un criceto!) quindi anche in una dieta dimagrante 60g di pasta tutti i giorni o cose come la pizza e un quadretto di cioccolato ogni tanto ci stanno! Ad esempio nella mia dieta avevo la pizza con 33cl di coca o una birra piccola ogni settimana e ogni 10gg di dieta fatta bene un giorno libero!
Ho perso 25 kg e ogni volta che sgarravo non prendevo più di 2 etti (secondo me non prendevo nulla si trattava solo di qualche sbalzo di liquidi) che il giorno dopo già sparivano, quindi non penso che la dieta della mia dietologa fosse folle! Se hai voglia di cioccolato un quadratino mangialo, non fartelo pesare psicologicamente e vedrai che non andrà sulla bilancia... altrimenti rischi di esplodere e mangiare un quarto di tavoletta tutta insieme ;P

Anonimo ha detto...

come si fa il cuoricino su fb o anche in una frase?non c'entra nulla :P ma vorrei tanto saperlo:P
per la dieta penso sia troppo restrittiva, ovvio che poi uno ha voglia di sgarri...

Sabrina ha detto...

anche io sono a dieta con un dietologo . come già ti avevo scritto in un altro post come mai il tuo specialista non ti ha dato pasta e pane? la mia dieta prevede 60 gr di pasta a pranzo e 50 gr di pane la sera tutti i giorni, più una pizza a settimana. La tua è restrittiva al massimo

Cupcakes ha detto...

Ragazze, avevo lasciato un commento chilometrico ma non appare, e ora come faccio, dovrei riscriverlo?

Era lungo e rispondevo a molte di voi =(

Il succo del discorso era che vi ringraziavo una per una, tanto per cominciare.
Grazie di cuore, davvero ♥

E poi vi dicevo che i chili che prendo quando sgarro, li prendo perchè mangio tanto. Il mio sgarro non consiste nel mangiare un gelato o un piatto di lasagne, ma nel mangiare tre, quattro, cinque o dieci cose grasse nel corso di tutta la giornata, sia pranzo che cena, e non solo durante un pasto.

La mia dieta prevede 80 grammi di pane a pranzo e 70 grammi a cena, oltre ad innumerevoli spuntini anche a base di carboidrati.
Non mi lascia affamata.
Io NON HO FAME, ho voglia di mangiare qualche schifezza ogni tanto, e per schifezza intendo anche una fetta di crostata o un piatto di pasta col pesto.

La pasta non si mangia mai a casa mia, quindi sono io che preferisco mangiare il pane, ma comunque 80 + 70 grammi non mi sembrano affatto pochi o da fame... le mie amiche NON a dieta non mangiano così tanto pane ad esempio =)

Ho l'appuntamento con la nutrizionista tra due settimane, e le chiederò se può concedermi qualcosa o modificarni la dieta (ma modificarla come? Non può certamente darmi 150 grammi di pane o una granita, no?). Le parlerò comunque della mia paura di cedere e del fatto che per adesso sono un po' negativa.

Un abbraccio a Lolle e a chi mi vuole bene.
I vostri commenti mi saranno preziosi ogni volta che avrò voglia di mangiare qualcosa in più, grazie.

Ultimo commentatore anonimo, il cuoricino si fa premendo ALT e il numero 3 della tastiera numerica (quindi dal pc fisso, la tastierina che sta sulla destra).

,heartbeat ha detto...

Ma la pasta al pesto non è affatto una schifezza! o_O
Soprattutto se il pesto lo fai in casa (basta ficcare tutto in un piccolo mixer) e puoi regolare la quantità di olio, grana e pinoli che usi!!
Per la granita puoi mangiarne un bicchiere da 200ml (il classico bicchiere bianco di plastica) e corrisponde a 150kcal (che è il max consentito da uno spuntino quando si è a dieta)...certo non va bene sempre perchè è quasi tutto zucchero però una volta ogni tanto si può fare!! (la fonte è sempre la mia dietologa, non mi invento nulla :P)
Per la questione delle quantità dopo che hai mangiato una certa dose di cibo dovresti provare a chiederti "ma mi serve veramente?" tipo Rebecca Bloomwood in I love Shopping eheheh... no scherzo dai, è quello il difficile della dieta e purtroppo non esiste niente di davvero buono a 0kcal... :/

Comunque è un bene che tu abbia precisato che non ti lascia affamata questa dieta, perchè dando una lettura "superficiale" al post pareva il contrario anche se alla fine precisi che non è restrittiva!
Se è solo un problema di super-fame tranquilla sei in buonissima compagnia (presente! XD)

Cupcakes ha detto...

Heartbeat, la granita catanese non è ghiaccio e zucchero. E' cremosa ed ha, secondo me, quasi le stesse calorie di un gelato alla frutta ma con più zuccheri e con zero proteine!

Io ho voglia di cibo NON sano, e quella non dovrei soddisfarla né a cento chili, né a settanta, né se non avessi mai avuto problemi di peso!

,heartbeat ha detto...

Boh secondo me sei troppo drastica! Se è come un gelato (che poi essendoci il latte qualche proteina dovrebbe avere o_O) per una volta puoi prenderti una bella granita al posto del pranzo allora!
Se per UNA volta non mangi proteine amen, compensi al pasto dopo... :)
E' normale sfasare se si passa dal concedersi qualche peccato di gola al nulla... è comprensibile che dopo 4 mesi tu sia stanca e, a mio parere, una granita (o qualsiasi altra cosa tu ritenga "schifezza") non può che far bene all'umore!
Comunque mi rendo conto che mi hai presa per una che vuole indurti a sgarrare, non è così: semplicemente volevo dire che se dovesse accadere non casca il mondo se dal pasto dopo ricominci a mangiare bene ed esci a fare due passi.. that's all!
Complimenti comunque per la tenacia e per i risultati che stai avendo! ;)

Cupcakes ha detto...

No no, non ti ho presa affatto per una che vuole farmi sgarrare, ma anzi ho capito che con le tue parole vorresti farmi capire che la mia dieta, ammorbidendosi un po', potrebbe farmi arrivare al raguardo!

Il punto è che, essendo una dieta seguita e non fatta a caso, non posso fare la classica scelta di bilanciamenti calorici, di "se mangio la granita oggi a cena mangio un'insalata" o cose simili. Non posso decidere di fare sostituzioni come quando faccio la dieta autoprescritta!

Anonimo ha detto...

Cup sai cosa facevo io quando ero in dieta e mi prendeva quella tremenda voglia di mangiare una schifezza?La mettevo in bocca, la masticavo, ne sentivo bene il sapore e poi la sputavo tutta nel wc...magari detta così fa schifo però ti assicuro che soddisfa il palato e poi vedere tutta quella roba nel water e pensare che non l'hai nello stomaco ti fa sentire bene

Cupcakes ha detto...

Anonimo, ho fatto ciò anni fa, ma è una roba che detta così fa ribrezzo, e a farla... lo fa ancora di più.
E' una cosa malata masticare e sputare qualcosa.

Mi limito ad annusare ciò che mi piace. Non si spreca cibo e fa quasi passare la voglia di metterlo in bocca.

,heartbeat ha detto...

Cup anche la mia dieta era bilanciata però, solito discorso, una volta ogni tanto lo puoi fare eheh... poi valuta te! Un bacione! ;)

Nicky ha detto...

Cup resisti, concediti uno strappo alla regola ma piccolo e continua per la tua strada...
io ho sgarrato dopo un anno e mezzo sono a +10kg
Non vorrai mica buttar tutti questi mesi di sacrifici?
I risultati si vedono forza cuppp! :)

Anonimo ha detto...

♥♥♥ grazie:)

Cupcakes ha detto...

Oggi mi sono pesata e ho nuovamente perso quei due chili, quindi l'umore si è un po' ristabilizzato. E ho capito che sgarrare mi fa male non solo alla panza, ma anche alla pelle e, appunto, all'umore.
Quindi NON DEVO SGARRARE, e me lo ripeterò mille volte ancora!

Ultimo anonimo, ♥ ♥ ♥ =D

Anonimo ha detto...

Sei instabile (cambi opinione non in base all’evolversi degli eventi ma senza un motivo preciso).
Sei compulsiva (nello shopping, nei confronti del cibo, nell’ostinarti a ricoprire il tuo corpo con tattoo e piercing). Inoltre sei inconcludente (vedi università, sport e dieta).
Io credo che il tuo problema sia di tipo psicologico e che fino al momento in cui non approfondirai questa questione in modo deciso e serio non riuscirai a conseguire alcun obiettivo e tantomeno non riuscirai a trovare la serenità che meriti.

Cupcakes ha detto...

Il mio malumore alimentare è dovuto agli sgarri che faccio, credo d'aver capito, quindi non senza un motivo preciso.

Compulsiva non lo sono, o comunque mantengo dei limiti.
A quest'ora avrei molti più vestiti, molti più tatuaggi e piercing e molti più trucchi, fidati.

Inconcludente sì invece. Non ho costanza e pazienza.

La psicoterapia sta dando dei frutti che non sono ancora maturati, forse, però rispetto a due anni fa sono già migliorata. Forse ho TROPPO da migliorare, o i frutti sono troppo grossi, ma ce la farò prima o poi =)

erika ha detto...

La dieta che ti fa perdere 1 kg al mese (per dire, un massimo di 3-4, 1 kg al mese lo perdi se te ne mancano 2 al raggiungimento del peso forma) solitamente è la dieta che, dopo la mangiata abbondante, ti evita anche i 2 kg in più sulla bilancia.
Sono scelte.
Tu perdi 6-7 kg al mese, ma appena mangi un panino ne prendi 3. Io ne perdo 3 al massimo, a volte anche solo 1-2, ma se vado a cena e mangio la focaccia col formaggio o la pizza e bevo una birra media, il giorno dopo non ho nemmeno mezzo kg in più.
E poi c'è la questione che la dieta intesa come "periodo di rinunce assurde" è un'ideologia anni '90 superatissima che ha portato alle percentuali di obesità dei giorni nostri.
E' lo stile di vita che conta, la "dieta" è una minchiata pazzesca.

Cupcakes ha detto...

Eka, quando mangio un panino del paninaro pieno di schifezze e una porzione di patatine, l'indomani non ho neanche cento grammi in più sulla bilancia.
I due chili arrivano quando mangio come un porcello per tutto il giorno. E Domenica scorsa ho mangiato tantissimo e durante tutta la giornata: colazione, pranzo e cena, porzioni molto ma molto grasse e abbondanti.
Per sgarro non intendevo propriamente un pasto grasso, ma una giornata grassa.

Non ho un metabolismo veloce, ma ho una dieta di 1600 calorie, quindi il fatto che io perda 6 chili al mese (non tutti i mesi) sarà solo questione di fortuna e non di sbilanciamenti vari o porzioni scarse.

erika ha detto...

poi va beh, io voglio perdere ancora qualche kg per partito preso, per rifinitura, quindi non faccio testo. Ma non ho mai perso tanto peso di botto, ma lentamente. Nello stesso tempo ho avuto il culo di mantenerlo, tolta qualche caduta da 4-5 kg (tipo lo scorso inverno)

Anonimo ha detto...

Ciao, ho letto stasera un tuo post, non ti avevo mai seguito...Io ho sofferto di un dca, non so se è così anche per te, in questo caso le "diete normali",quelle per persone che non hanno problemi di controllo, non vanno bene.
Dovresti andare da un dietologo specifico per i disturbi del comportamento alimentare. Io ero 114 chili, ho fatto sempre "fisarmonica", ora sono 89 e ho ancora strada da fare, ma faccio una dieta dove una volta a settimana posso mangiare un gelato, una fetta di torta etc... con esercizio fisico costante, quello conta tantissimooo!!! Vorrei ricordare un concetto molto semplice: DIETA NON SIGNIFICA RESTRIZIONE, MA IMPARARE UN MODO SANO DI MANGIARE, CAMBIARE STILE DI VITA. Non concentrarti sui chili, ma sul cambiare le tue abitudini!!!
Se quando sgarri prendi due chili la tua dieta è TROPPO RESTRITTIVA!
E ATTENZIONE A FARE DIETE TROPPO RESTRITTIVE, PERCHè SBALLANO SOLTANTO IL METABOLISMO.
Se sei maniacale e ti senti in colpa per uno sgarro, non sei uscita dal problema, forse. Problema che riguarda il peso solo in minima parte. Mi permetto di dirti, SCAVA NEL PROFONDO, il resto, con una dieta che ti permetta di non perdere il controllo, verrà da solo.

Un bacio

Alessia