20 ottobre 2012

Sabato 20 Ottobre 2012

Oggi sono off e ho deciso di non uscire.

Seguo i consigli ricevuti e mi rilasso a casa. Ho sistemato un po' la camera, più tardi farò una bella doccia calda. Ieri ho tagliato le punte dei capelli, cosa che non facevo da più di tre mesi (solitamente lo faccio, appunto, ogni 90 giorni circa). Dovrei anche silkepilarmi a dire il vero.

La mia stanza mi piace tantissimo. Non è la classica stanza studenti con due mobiletti da bricolage.
E' calda. Ve la mostrerò.

Ho capito che la mia presunta infelicità è dovuta solo all'aver riacquistato peso. Ok, non solo, però in buona parte sì.
Il non controllare il mio peso mi impedisce di controllare il resto. Non conosco neanche persone nuove che mi chiedono di uscire, perchè poi penserebbero che io sia enorme. Lo so, lo so: ho qualche problema -.-

La settimana prossima lavoro solo una mattina e poi ben quattro pomeriggi. Giuro solennemente che nelle mattinate libere chiamerò l'ufficio per fare il NIN, e giuro anche che mi andrò ad informare in piscina/palestra. Tentare non costa nulla. E magari ci riesco davvero a distrarmi dal cibo. E' lo stare a casa che mi porta a mangiare. E che altro dovrei fare spalmata a letto tutto il pomeriggio? Il punto è che torno a casa senza avere più sensibilità né ai piedi né alla schiena, quindi sforzarli ulteriormente non mi sarebbe d'aiuto. Ecco perchè la piscina e gli attrezzi (seguita da un personal trainer però, e non so quanto possa costare) potrebbero aiutarmi.

Vivere sola mi piace. Mi piace un sacco.
A Dicembre sale Daniele.
Il posto del mio letto riservato alle riviste, al pc, alla bottiglia d'acqua e al burrocacao (sì, non ho un comodino), diventerà il posto di Daniele.

Non so.
La vita è strana.
Non posso fare a meno di pensare a come sarebbe stato se.
Su tutto.
Sui miei equilibri inesistenti. Sulle persone che fanno parte della mia vita. Sui vecchi e sui nuovi. Sui ragazzi. Sui fidanzati. Sui non fidanzati. Sugli amici. Sui maschi che sono meglio delle femmine, spesso. Sulla leggerezza che non ho mai avuto. Sul "proviamoci" che non ho mai ascoltato, non provandoci.
Sul non avere il coraggio di scegliere.
Sulla correttezza e non.
Sulla confusione.

.

18 commenti:

Anonimo ha detto...

Daniele sale a trovarti o definitivamente? Spero la seconda... con lui accanto le cose saranno più semplici.
Bacio, Sofia

SSdery ha detto...

Love u <3

Anonimo ha detto...

Ciao, ti leggo ogni tanto, non ho mai commentato.
Trovo commovente - forse dipende dalla mia situazione personale - il finale di questo post. Molto commovente.
Ti auguro tutto il meglio, e di poter realizzare qualsiasi cosa tu desideri.
Un abbraccio,
Elena

Anonimo ha detto...

Di chi ti sei innamorata?

Anonimo ha detto...

Fallita

Anonimo ha detto...

il fidanzato sale solo per farsi le vacanze ahahahahahahahah furbo lui, fessa te!

Anonimo ha detto...

A me non pare che tu sia entusiasta dell'arrivo di daniele, a sto punto potresti anche fare senza. Digli di stare a casa sua, così puoi farti nuove storie con nuove persone o vecchie persone con cui non hai provato!

Pier(ef)fect ha detto...

ti consiglio la piscina, dovrebbe costare anche meno!
non pensare troppo ai se, pensa ad ora e a quello che sarà!

cathy ha detto...

Coraggio...anche io mi sento un po' giù. Non lo dico x mal comune mezzo gaudio,ma x dire che a volte nei periodi di tanto dovere e poche prospettive si sta così..verranno tempi migliori,l'importante è farsi il mazzo e fare il proprio dovere,nella dieta se è un problema nn essere in forma,nello studio o nel lavoro. Credo fermamente che l'impegno paghi,alla fine..il prezzo è certo un po' di noia e fatica,frustrazione a volte.
ps. cosa importante,mi puoi suggerire in quale mercatino dell'usato andare a ct x vendere della roba?

Steven ha detto...

In effetti, chiamalo stupido Daniele, ... una situazione ideale.. ha la stanza pronta ( con fidanzata incorporata pronta ad attenderlo 24h24 ) e si fa la vacanzina low cost spendendo solo per il biglietto aereo. Tutto il resto va in accessori per la vespa.

Quel tipo lí.. ditegli quello che volete.. ma è un gran furbacchione. Chissa' come andra' a finire.

Saluti

Steven

Anonimo ha detto...

Giuliana prendi coraggio e lascialo!Ti meriti di meglio di uno che ha preferito la vespa e la realtà siciliana a te!E non perchè non abbia il diritto di apprezzare di più la sua terra all'Inghilterra ma perchè prima ti ha illuso facendo suo il tuo sogno e poi ti ha abbandonato al primo litigio prendendo la palla al balzo.
Sei molto carina e simpatica,Londra ha milioni di abitanti e tu potresti avere tante possibilità.Non ristagnare vicino ad un bambino mai cresciuto

letix ha detto...

penso sia normale avere alti e bassi qando si è così lontani. qui appunti i tuoi sfoghi e volente o nolente evidenzi gli aspetti negativi del rapporto di coppia che vivi. sarebbe tanto facile dire la mia e suggerire di liberarti dai rami secchi. in fondo il sogno che dovevate condividere è rimasto solo tuo,come tue le difficoltà adattative. ma non posso sapere se riesce comunque a darti appoggio, se ti fa felice anche da lontano e se ti serva questo legame. tu continua a sfogarti. poi quel che viene viene. magari però prova a scrivere un post su quel che di bello vi unisce. così, tanto per bilanciare. perchè davvero l'idea che ne vien fuori è che questo ragazzo sia tanto bimbo e un pò distaccato...
Letix

Anonimo ha detto...

ma cosa li unisce di bello?se in uno dei vecchi post diceva che non sa neanche il suo numero inglese..mah....

Steven ha detto...



Somewhere over the rainbow, way up high
There's a land that I heard of, once in a lullaby
Somewhere over the rainbow, skies are blue
And the dreams that you dare to dream, really do come true

Steven

tedda ha detto...

Fosse facile comandare al proprio cuore. Sembra scontato, ma lavorare in una città come Londra, ti porta inevitabilmente a rivedere certi parametri di "umanità", di affetti, di se e di ma.. L'unico consiglio che posso darti, è quello di tenere duro, e cercare di ritagliarti uno spazietto tutto tuo in questa nuova vita. Con un po' di sforzo, le cattivi abitudini, a cui ti sei lasciata un po' andare, lasceranno il posto a nuovi ritmi. Devi solo assestarti e dare il tempo alla tua testolina di capire che è giunto il momento di crescere in tutti i sensi :)
Per il resto, un grosso in bocca al lupo. Le domande e i dubbi finali, sono leciti e sarebbe preoccupante se non si ponessero affatto.

Ti lascio con questa canzone; magari c'entra poco, magari ti fa cagare, ma a me culla e rasserena tra una negatività e un'altra, in una città che alla fine, in quanto a nebbia, non ha nulla a che invidiare a London :P
Besito

https://www.youtube.com/watch?v=_thLdIalTKI&NR=1&feature=endscreen

Anonimo ha detto...

Ma quante puttanate scrivi?

Anonimo ha detto...

ridillo!

Anonimo ha detto...

Ciao Cup,
mi fanno tanto tenerezza questi tuoi post londinesi! Tieni duro, non mollare, che stai andando alla grande nonostante le difficoltà, la lingua, gli sconosciuti, la fatica del lavoro e tutto!
I "se" ci sono sempre nella vita, capita di rifletterci più spesso quando si compiono scelte importanti come quella che hai fattu tu...

Un bacione!

La__Fre