8 dicembre 2012

Sabato 8 Dicembre 2012


Non per fare quella che si lamenta sempre dell'Italia, però insomma...

Parto da Londra verso Milano Linate: 10 diversi rulli per il check in, suona la valigia con il laptop (non sapevo che dovessi tirarlo fuori dal bagaglio a mano), sacchetto trasparente pieno dei liquidi e, compresa l'apertura della valigia per il controllo, ho perso in tutto circa 20 minuti o poco meno.

Arrivo a Linate, e avevo la coincidenza dopo un paio d'ore, quindi nessuna fretta. Sono dovuta uscire e rientrare, per cui se tu compri una bottiglia d'acqua per il viaggio, e magari in aeroporto ti costa anche 3 pound, quando rifai il check in devi buttarla. E quindi devi rifare il check in. Ma perchè?
Non solo, ma il check in che devi rifare, devi farlo in una "stanza" con due rulli, strettissima, claustrofobica, con una fila chilometrica. Niente sacchetto trasparente per i liquidi (ho messo la trousse CHIUSA sul vassoietto e nessuno ha voluto controllarla). Niente che suona (che strano!). Quaranta minuti di attesa per una cosa inutile, dato che chi arriva da un altro volo dovrebbe avere la possibilità di non dover rifare tutto dall'inizio.

Sentito da almeno cinque persone accanto a me, dire che "Si vede che siamo in Italia".
Per cui non sono l'unica che deve sempre fare la negativa.

Volo da Londra puntualissimo, con l'imbarco iniziato in tempo decente e l'aereo praticamente vuoto (che spreco però. Odio gli aerei vuoti, anche se sono comodissimi).

Volo da Milano con imbarco iniziato all'orario della partenza. Immotivatamente, dato che c'erano le hostess ferme ed in silenzio davanti a noi, quindi era tutto pronto (ovviamente so che avranno avuto qualche problema, però insomma).

La compagnia, per la cronaca, era l'Alitalia.

E dietro di me c'era una famiglia con tre bambini. Non maleducati, ma ovviamente rumorosi come tutti i bambini. Parlavano con un tono di voce normale ed educato, ma non hanno smesso un minuto di farlo.

Se fai i figli, rassegnati alla solitudine finchè non avranno l'età per mettergli un cerotto in bocca.

E a Milano nevicava <3

.

64 commenti:

Anonimo ha detto...

Quante cazzate in questo post. Vorrei ribattere, ma sono troppe.

Anonimo ha detto...

Bentornata !
S.W.

Anonimo ha detto...

Si sa che Alitalia non è il massimo, purtroppo. Bentornata anyway!
ClairedeLune

Steven a gó gó ha detto...

Ali-Africa !?!?

.... che schifo di compagnia .. sono secoli che non la uso.. dovrebbero lasciarla fallire. Perché hai usato proprio Ali-Africa .. non avevi altre opzioni disponibili per andare in siculia, possibile mai ?

Steven

erika ha detto...

Alitalia è uno dei malanni italiani, mi dispiace dirlo per tutte le persone che ci lavorano, e lo fanno seriamente, ma a livello aziendale, se non fossimo in Italia, sarebbe già fallita da 15 anni almeno.

Ma tu che ci fai in Italia? Io salgo il 24, non mi tirerai mica il pacco eh??

thefashioncat ha detto...

Ti sarà costato un sacco il volo di Alitalia O.O
Comunque si, neve finalmente (anche se ha già smesso)! *.*

Anonimo ha detto...

Io trovo molto peggio la Ryanair

Cupcakes ha detto...

Eh, ragazzi, ma se vivessi in una città in cui le compagnie aeree low cost esistessero, ci potrei fare un pensierino. Alitalia era quella col biglietto a minor prezzo, per cui o quella, o spendere almeno un centone in più con Easyjet.

Grazie a tutte per il bentornata =)

Ed Erika , ma quale pacco e pacco. Il 14 sarò lì e Daniele il 15, per cui ci vedremo prestissimo <3

Anonimo ha detto...

Ma quante cagate scrivi? Perché devi rifare il check in? Ma che domanda é???

Anonimo ha detto...

perchè non ripartite insieme?magari ti bidona ancora una volta e non parte.......

Cupcakes ha detto...

Per me è insensato che chi arriva all'aeroporto e ha una coincidenza, debba uscire e rientrare a fare il check in.

Io e Daniele non partiamo insieme perchè lui parte con Easyjet ed io con Alitalia, e col prezzo minore le date e le compagnie erano diverse.

dorainpoi... ha detto...

IO però con la civilissima e pulitissima british airways a gatwick son rimasta a terra assieme ad altri 10 perché l'imbarco ha chiuso 4 minuti prima del previsto... perché non avevano più visto nessuno in coda.. e avevo fatto pure il check in on line e non dovevo mettere nessun bagaglio in stiva

Anonimo ha detto...

se odi così tanto l'italia stattene a fanculo a londra e non scassarci la minchia con queste merdate anti italia che scrivi. tanto te rimarrai a vita una balena mammoriana, cafona, ignorante e truzza e ITALIANA.

Anonimo ha detto...

Io ho fatto code e ho perso valige e aerei all'estero tanto quanto in italia, e alitalia non l'ho mai nemmeno usata, forse giusto un paio di volte. Si capisce da come parli che non hai mai viaggiato in vita tua e che di aeroporti ne hai visti davvero pochi.
I bambini maleducati non li sopporto, ma tu stessa hai detto che non lo erano, perciò il tuo discorso non ha ne capo ne coda. Le famiglie inglesi non hanno bambini? I bambini inglesi sono muti? I bambini inglesi non prendono gli aerei? I bambini parlano, e tanto, il mondo per loro è una cosa ancora nuova e hanno un sacco di domande da fare e un sacco di cose da dire. Non ti hanno tirato calci sul sedile ne tantomeno hanno urlato perciò non capisco cos'hai sa lamentarti. Mettiti le cuffie e amen per un oretta scarsa d'aereo. Sei stata bambina anche tu, la tua intolleranza fa abbastanza schifo.

Anonimo ha detto...

suca

Ladra di Caramelle ha detto...

Anche io ho preso Alitalia per andare ad Alghero l'estate scorsa (era l'unica che volava da Bologna) e brrrrrrrrrrr a parte il costo esorbitante, orari improbabili ecc... (i bambini invece sono INEVITABILI a prescindere alla compagnia).

Su Alitalia in generale anche io stenderei un bel fallimento e tanti saluti, ma evidentemente c'è qualcuno di potente che ha troppi interessi in ballo.

Anonimo ha detto...

I voli Alitalia sono pieni di truzze obese, maleodoranti, ignoranti, terrone, fallite, che falsificano il curriculum ma tanto lo pigliano in culo lo stesso.
Ne hai vista qualcuna mentre eri a bordo?
Sei la versione femminile di Pasquale Ametrano.
Solo fai più schifo.

Anonimo ha detto...

Probabilmente stavano sparlando dei suoi capelli lerci..

Bleah

Anonimo ha detto...

Tutte le volte che sono andata all'estero facendo scalo a Parigi, ho rifatto il check in a Charles de Gaulle (sia arrivando dall'Italia, che arrivando da oltre oceano) Non è mica una cosa anomala. O___o!

Gy

FraF ha detto...

Mamma mia ma quanto odio represso avete in corpo! Niente di meglio da fare che insultare a caso? Boh...
L'organizzazione in Italia è pessima.
Alitalia è una delle ultime compagnie che sceglierei...

Anonimo ha detto...

Le uniche due volte in cui ho avuto problemi non indifferenti ad un aeroporto, mi trovavo a Stansted.
Non li ho avuti neanche in Africa volando con Air Mauritius.
Direi che "siamo in Italia" diventa spesso la scusa per buttarci melma addosso, oppure è l'espressione di gente che non ha girato abbastanza per fare paragoni sensati.

Anonimo ha detto...

Quanto si vede, Giuliana, che vieni da un buco di culo e non hai mai visto niente del mondo e nemmeno hai voglia che succeda. Sei solo una lamentosa ignorante che non capisce niente di quello che la circonda ma ha comunque un parere su tutto. Se utilizzi due compagnie diverse é chiaro che dovrai rifare il check in, scusa tanto! Se tu avessi volato con la stessa compagnia di linea da Londra a Catania, anche con cinque scali, non sarebbe stato necessario, ovviamente, ma così cosa diamine ti aspettavi? Che stendessero un tappeto rosso a Milano annunciando ai megafoni di fare un minuto di silenzio in onore della cicciona catanese rientrata in terra natia?

Anonimo ha detto...

Concordo con gli altri, questo post è pieno di cazzate ignoranti.
E se ti danno fastidio i bambini rassegnati tu alla solitudine, perché mi dispiace ma ne troverai TANTI e sempre, ovunque e continuamente. Cretina.

erika ha detto...

Noi abbiamo avuto culo invece, partendo il 24 al posto del 26 non solo ci saltiamo le odiose feste in famiglia, ma spendiamo 120 euro a testa A/R con la British :P

Anonimo ha detto...

Le tue anonime saranno pure codarde ma hanno ragione. Ma tanto tu darai retta solo alle streghe o ladre di caramelle varie che ti spalleggiano sempre e comunque come tanti piccoli pappagallini.

Anonimo ha detto...

Beh come ha reagito la famigghia al ritorno di fat Giuliana?

Cupcakes ha detto...

La fate sempre troppo lunga, voi.
Ho parlato dell'Alitalia che è una compagnia italiana (credo), ma ho provato anche la Windjet e la Ryanair.
Le lamentele le ho avute sugli aeroporti, non sulle conpagnie aeree. E non è colpa mia se Linate fa pena e Heathrow no. Per il check in doppio, non ho detto che si fa solo in Italia, ho detto che lo trovo insensato. E lo troverei insensato anche in Francia o in America. Ho detto che fare il check in in un posto piccolo, disorganizzato e dove ti fanno perdere un'ora, è scomodo ed insensato soprattutto per chi l'ha già fatto un'ora prima ed in un altro aeroporto.

Anonimo ha detto...

Sicuramente avranno notato la tua 'italianità' anche i tuoi clienti di Cafè Noir che dovevano aspettare 10 minuti per un cappuccino....ci hai pensato??

ellee ha detto...

scusa, ma io non sono d'accordo. In tutti gli aereoporti del mondo funziona così, se voli con due compagnie diverse devi rifare il check-in, il laptop va sempre tirato fuori (c'è scritto sulla carta d'imbarco e anche davanti agli ingressi del check-in), i liquidi vanno nei sacchetti e l'acqua prima del check in la devi buttare...insomma sono regole universali che valgono in ogni aereoporto, Heatrow compreso......

ellee ha detto...

p.s. in ogni caso goditi questa settimana a casa :) :)

Anonimo ha detto...

Le logiche degli aeroporti continuano a sfuggirmi anche dopo svariati viaggi intercontinentali, quindi non resta che adeguarsi senza farsi troppe domande. L'utilità di duecento check in mi è altrettanto ignota (e, per dirti, nei paranoicissimi Stati Uniti si sono preoccupati di farci togliere anche le scarpe, ma non hanno notato il punteruolo che avevo in tasca e col quale avrei potuto cavare un occhio ai piloti e dirigere il velivolo sulla casa di qualche ex a scopo terroristico).

I bambini devono perire. In aereo, in treno, in pullman. L'ultimo viaggio per Londra l'ho fatto con un bambino sul sedile posteriore che a ogni nuvola, cirro, cumulonembo e sbuffo di vapore acqueo tirava un urlo acuto e mi faceva svegliare di soprassalto. Gli ho augurato di finire maciullato sotto il carrello della hostess.

(Caprica)

Anonimo ha detto...

Certo che siete tutte delle belle stronze. Voi siete passate direttamente dalla vagina materna all'età dell'adolescenza? Bambine non siete state voi? Non parlavate, non facevate domande in continuazione, non giocavate ovunque? Sono d'accordo con voi per quanto riguarda i bambini maleducati che i genitori non sanno tenere a bada ma in questo caso la proprietaria del blog ha specificato che non lo erano, erano semplici bambini ma a lei danno fastidio lo stesso. Come ha detto qualcuno, ascoltati un po di musica per un ora d'aereo e non fare la stronza intollerante a tutti i costi dicendo che i genitori sono condannati alla solitudine per anni. Fate schifo, mai pensato alla sterilizzazione? E comunque nessuno la fa lunga sulla questione aeroporti, ma se scrivi cagate magari la gente te lo fa notare.

Anonimo ha detto...

Ma suca se lo scrive giuliana da sola quando non sa cosa dire o qualche sua lettrice decerebrata?

Anonimo ha detto...

anonimo delle 12.29, non è detto che le due cose che hai scritto debbano necessariamente escludersi

Cupcakes ha detto...

Ellee . io non ho volato con due compagnie diverse, bensì solo con Alitalia, ed inoltre era una coincidenza combinata da loro (quindi con spedizione della valigia unica da Londra a Catania) e non due voli separati.

E poi le regole degli aeroporti sono uguali, ma a Londra i controlli sono stati fiscali (quindi secondo me sono più attenti) e a Milano mi hanno lasciato passare pochette piene di trucchi non aperte e non svuotate nel sacchetto trasparente. Una pochette chiusa con vari campioncini di liquidi e non se ne sono curati.

CAPRICA!!! , sono felicissima che tu sia riapparsa su questi schermi. C'è un posto dove posso rintracciarti o sei solo tu che rintracci me???

Per tutti: i genitori sono costretti alla solitudine, perchè anche i bambini educati diventano maleducati se in un ambiente chiuso parlano e straparlano per ore. Non mi spiego allora perchè non lo facciano anche gli adulti, se si tratta di una cosa così normale. Se vuoi fare tre figli, non salire in un aereo con un centinaio di persone, perchè sai già che i tuoi tre bambini avranno di che disturbare per tutta la durata del viaggio.

Per quanto riguarda la sterilizzazione, non credo di averne bisogno. So come evitare una gravidanza.

Cupcakes ha detto...

Ps: I commenti con scritto SUCA, li ho sempre cancellati. Se andate indietro con i post, non troverete neanche un comemnto di quelli perchè li trovo volgari d inutili e non li ho mai lasciati passare, una volta letti.

Anonimo ha detto...

Lorenza sta bene? è un puttanaio che non la leggo su questi schermi

Cupcakes ha detto...

Eh?

ellee ha detto...

"Se vuoi fare tre figli, non salire in un aereo con un centinaio di persone, perchè sai già che i tuoi tre bambini avranno di che disturbare per tutta la durata del viaggio. " ?!?!" Genitori destinati alla solutidine?!!??" Sarà Giuly ma io ogni tanto certe cose che dici/scrivi proprio non le capisco.......hai dei punti di vista proprio strani.

Anonimo ha detto...

Forse perché tendenzialmente i campioncini contengono molto meno di 100ml di prodotto?

Anonimo ha detto...

Certo Giuliana, le persone con figli devono organizzare dei charter se vogliono viaggiare, ahahaha... La fiera dell'idiozia.

Hyatt

Anonimo ha detto...

vallo a dire ai milioni di genitori sparsi in tutto il globo, che siccome hanno figli non possono permettersi di viaggiare. una bella randellata in testa magari ti aiuterebbe a stare zitta e a ragionare prima di parlare, invece di aprire le fauci solo per mangiare e sparare idiozie.

Anonimo ha detto...

Scusa e perché non saresti passata dal connection flight?

Cupcakes ha detto...

Ognuno ha il proprio punto di vista, semplicemente.
Se voi volete sorbirvi l'iperattività dei bambini fate pure, ma non trovo corretto farla sorbire anche a chi non vorrebbe e per giunta in un luogo chiuso e claustrofobico.
Non tutti nascono con l'idea che i bambini siano la cosa più bella del mondo.

Anonimo ha detto...

Io non ritengo che siano la cosa più bella del mondo ma non per questo penso che debbano essere aboliti dai luoghi pubblici. Mi danno più fastidio le obese che puzzano e non si lavano i capelli, ad esempio.

Cupcakes ha detto...

Infatti ognuno è libero di provare fastidio per la categoria di persone che (s)preferisce.

Anonimo ha detto...

Lei ha due sorelle.. Quindi sono 3 figlie.. Ora capisco perché non ha mai messo piede in nessun luogo oltre Catania.

Anonimo ha detto...

non capisco come tra i tuoi link ci siano alcuni (pochi) blog interessanti e scritti bene, eppure la gente preferisce fermarsi qui a star dietro alle tue troiate, lasciando altri blog mezzi vuoti. le cacate di bassa lega tirano proprio tanto, a quanto pare.............47 commenti per un post che è spazzatura. la gente fa schifo.

Anonimo ha detto...

GIULIANA MA CHE CAZZO SCRIVI PORCA PUTTANA? Cioè ma se uno ha dei figli secondo te non deve mai più viaggiare, spostarsi, continuare a fare le cose che faceva prima perché NON E' CORRETTO far subire i propri figli agli altri? Cioè ma tu sei fuori, sei un'ignorante di prima categoria e fai anche paura.
Ma stai zitta che ogni volta che apri bocca susciti risate in tutto il mondo.
Cioè ad esempio a me dai fastidio tu, però non vado in giro a dire che non dovresti più muoverti per il mondo perché mi susciti schifo, scrofa.

Anonimo ha detto...

L-I-C-E-N-Z-I-A-T-A

Cupcakes ha detto...

Quanta rabbia repressa, ragazzi.

Ultimo Anonimo , in realtà non sono stata licenziata ma ho semplicemente subito la scadenza di un contratto giunto al termine e non rinnovato.

Anonimo ha detto...

Fai sorridere, sei talmente arrogante che se ti dici da sola che sei stata licenziata (come hai tu stessa scritto nel post) allora va bene, se te lo dice qualcun'altro devi contraddirlo e girarci intorno. e questo lo fai continuamente, in ogni discussione, per questo dico che è inutile cercare di farti ragionare, tanto tu sei arrogante e il tuo ristretto punto do vista è sempre quello giusto: dire frocio non è offensivo, i bambini non possono prendere mezzi pubblici, se scrivi "ce lo dico io" è corretto perché nella lingua parlata lo usi....eccetera eccetera.....

Anonimo ha detto...

Sei di una antipatia terribile quando parli così dei bambini...povere creature innocenti che hanno voglia di giocare, di esplorare, di gioire del mondo che guardano con occhi entusiasti a differenza di tanti adulti cinici del cavolo...Ti davano fastidio tre poveri bambini, solo perché parlavano e facevano domande pur non essendo maleducati? Va benissimo, non fare figli, tanto tu la gioia di diventare madre NON LA MERITI.
Ah, per le cretinate che dici il cerotto in bocca dovresti mettertelo tu.

Cupcakes ha detto...

Bla bla bla.

Comunque anche io di me posso dire di essere cicciona ma se me lo dite voi è un insulto. Anche voi potete parlare di vostra sorella come di una rompipalle, ma se io vi scrivessi che vostra sorella è una scassapeni vi offendereste.
Ognuno di sè e dei propri "affetti" può dire quello che vuole, ma se un esterno insulta voi o i vostri affetti, si tratta di insulti e basta.

Detto questo, se voi dite che amate i bambini mica me la prendo perchè io non li amo. Quindi perchè voi dovete prendervela per il contrario?

E io gioie dipendenti dagli altri, soprattutto da marmocchi, non ne voglio, non è che non ne merito.

E comunque sì: io sono la regina del mondo e posso fare tutto, e voi no.

Punto.

Non vi sta bene? Pazienza.

Nel mio blog e nella mia vita, faccio e dico quello che voglio.

.

Anonimo ha detto...

Quanta arroganza. Io qui di bambina ne vedo una sola, e sei tu. Non so nemmeno da che parte iniziare a contestare le idiozie presuntuose che hai scritto, perciò ti dirò solo una cosa che forse non hai recepito: a nessuno importa che non ami i bambini, ma che ti ritieni in diritto di dire che i bambini non dovrebbero prendere i mezzi pubblici. È un'idiozia bella e buona, il fatto che sia un tuo pensiero non lo rende automaticamente legittimo e incontestabile. Ognuno ha il diritto di ribatterti e dire la sua e tu a tua volta di rispondere. Anche se la tua risposta è abbastanza triste, lasciatelo dire.

Cupcakes ha detto...

Difatti, quello dei bambini che andrebbero chiusi in gabbie isolate acusticamente è solo un mio pensiero che nessuno ascolta, quindi puoi continuare a dormire sonni tranquilli consapevole del fatto che tutti i bambini del mondo continueranno a disturbarmi sui mezzi pubblici =)

Anonimo ha detto...

ciao, ti volevo dire che non è che queste cose negli aeroporti accadono solo in Italia oppure che sono le compagnie italiane che sono cosi, ma sono delle vere e proprie leggi di sicurezza di volo internazionale , non puoi portare liquidi oltre i 100ml nel bagaglio a mano fino a quando non entri nella zona incontaminata, che è quella che si oltrepassa dopo i controlli,questo vuol dire che anche se all' aeroporto hai comprato una bottiglia da 100 euro di vino la deve lasciare, sono controlli antiterrorismo e ripeto sono applicate ovunque...fonti:sono hostess

Cupcakes ha detto...

Sono controli applicati ovunque non direi, ma magari applicati in moltissimi aeroporti sì.

Ieri sono atterrata a Roma Fiumicino da Catania e non ho dovuto risubire i controlli del check in quando ho dovuto prendere il volo Roma / Londra. Come mai?

Anonimo ha detto...

Certo che sei una fascista! I bambini sono splendide piccole persone.
Il fatto che ogni tanto facciano casino, sti cazzi, io penso sempre che tanto quando anche io avrò dei figli potrebbe succedere anche a me magari che disturbino su un volo o al ristorante e quindi mi dico che essere tolleranti è giusto.
Sei la classica che fa l'amante degli animali ma brucierebbe tutti gli extracomunitari, bambini, vecchi ecc che incontra per strada...

Anonimo ha detto...

ciao , sono la hostess, questo dipende dalla tipologia del biglietto, se è in code share, se è un volo diretto o indiretto ( che è diverso da quello che la gente crede, cioè un volo puo' essere indiretto anche se non fai scalo) puo' essere diretto all' andata e code share con un' altra compagnia al ritorno, insomma esistono delle casistiche diverse che spesso chi viaggia non sa, ma che al check in sanno e poi esiste il lavorar male, credo comunque dato il tuo caso che il volo che hai preso sia stato diretto( anche se hai fatto scalo)per quello che riguarda i bambini,sappi che in caso di avaria al motore o incidenti, il personale di bordo preferisce salvare bambini piuttosto che gente lamentosa e poco tollerante nei confronti degli altri :-)

Anonimo ha detto...

errata corrige :code sharing scusa.

Cupcakes ha detto...

Io non brucerei neanche il mio peggior nemico, avendo il terrore della morte. I bambini sono splendidi quando decidi di trascorrerci del tempo, non quando ció ti viene imposto e per giunta in un posto dove non puoi neanche allontanarti dal loro inquinamento acustico.

Anonimo ha detto...

Capisco Giuliano che i bambini ogni tanto scassino le palle, chi più chi meno, lo so bene perchè ho un fratello di 12 anni meno di me, quindi mi ricordo come possono essere poco simpatici.
Credo che tu l'abbia detto con sarcasmo (spero) però ogni tanto le cose scritte possono assumere molteplici interpretazioni e suonare più o meno male di quello che in realtà l'autore intendesse.
Per grazia di Dio non si posso ghettizzare i bambini quindi ti auguro d'imparare a prendere la loro esuberanza con più serenità

P.

Anonimo ha detto...

Scusami ho scritto Giuliano ma è stato un'errore di battitura! Giuro!


P.