30 dicembre 2012

Domenica 30 Dicembre 2012


Shopping!

Il 26 Dicembre sono iniziati qui i saldi e sono uscita proprio quel giorno, che sarebbe il famoso Boxing Day. C'era un delirio in centro, e dentro Selfridges la gente, me compresa, stava in file transennate per entrare da Prada, Miu Miu e compagnia bella. Io non compravo un piffero ovviamente, ma gli altri si spazzolavano via tutto spendendo migliaia di pound. Beati loro che possono.

E la roba in saldo era ovviamente la più merdosa.

Cosa ho comprato?

Finalmente gli stivali da pioggia!
Ho trovato quelli che mi piacevano e che avevo adocchiato ad inizio stagione, e cioè quelli ad altezza caviglia col fiocco di Mel By Melissa


Sono bellissimi.
Sul piede mi stanno male, dato che non ho le caviglie, però li super volevo. E ricordiamoci che persino da Primark gli stivali da pioggia bassi e streusi costavano ben dieci pound. Questi erano 38 e li ho pagati 15!

Ho comprato poi una cosa alquanto inutile ma bellissima: un ramo fiorito portagioielli


è stupendo pur essendo molto semplice, ed è comodo per appendere le collane. Lo amo.

Con Eka ho fatto un giro da Accessorize, e siccome siamo due docili bimbeminkie abbiamo comprato gli stessi bellissimi seppur semplici orecchini


Ed io ho preso anche un anello d'argento e madreperla che è diventato in automatico il mio preferito (o quasi)


Ho visto lì dei mega orecchinazzi pendenti secondo me elegantissimi (quindi pacchianissimi per le persone normali), ma dato che ho poche occasioni per usarli, li prenderò solo se li troverò col 70% di saldo. Adesso sono tropppo cari con il 50% -.-

Da Lush a Covent Garden - dove vi consiglio di andare se fate un salto qui perchè dicono sia tra i più grandi d'Europa con la sua grotta/negozio sotterranea - ho comprato uno dei pacchettini natalizi in saldo a metà prezzo


Non faccio mai il bagno e quindi ho evitato i pacchetti con le ballistiche prendendo uno con bagnoschiuma, olio solido (io amo gli olii solidi Lush, sono favolosi), pezzone di sapone e boh... dite che la stella è una sorta di mezza ballistica???

Per concludere in bellezza, ecco il regalo che mi ha fatto Eka


Una mini palette Sephora con ombretti, lucidalabbra e blush.
Come si vede che mi conosce (credo che chiunque legga il mio blog con interesse possa conoscermi bene davvero)!
Nonostante io abbia un bel po' di trucchi, non mi piacciono gli sprechi, per cui ho un solo blush grosso che ovviamente mi scoccia portare in borsa... e quello di questa palette è ottimo e di una tonalità adatta alla mia pelle. Idem per gli ombretti: ho solo le cialdazze monocolore Kiko o le intere palette, per cui in borsa occuperebbero solo spazio inutile. Queste sono di tonalità che uso SEMPRE e sono shimmer come piacciono a me.
Ecco, in poche parole non credo mi separerò più da questo regalo.
Grazie <3

Ps: credo che scriverò il solito post per i buoni propositi direttamente giorno due, dato che sarò libera, per cui vi lascio qui i miei auguri migliori per l'anno che verrà. Tanti auguri, docili cerbiattoni =*

.

28 dicembre 2012

Venerdì 28 Dicembre 2012

Col nuovo lavoro, ho ripreso a fare la vita di prima, e cioè lavorare e stagnare. Ad esempio, lavorerò sia il 31 che l'uno, per cui addio Capodanno. Anche se del Capodanno in effetti non me ne frega nulla.

Il lavoro è carino e sembra migliore del precedente, ma ne parlerò quando ne saprò anch'io qualcosa in più... ancora sono passati pochi giorni, per cui le mie impressioni potrebbero cambiare.

Due giorni fa e ieri però, è successa una cosa che vale proprio la pena raccontare: io ed Eka ci siamo conosciute dal vivo dopo sei anni di amicizia blogghifera!


Sapete già che ho conosciuto amiche di blog e mie lettrici nel corso degli anni, ma Eka è proprio una delle prime che ho iniziato a leggere e che seguo da anni.
Ed è stato bellissimo incontrarsi di persona! Lei e Lui sono dei cuoricembali e ne sentiamo già la mancanza (Daniele è proprio impazzito ed è da ieri sera che me ne parla) <3

Lei era col suo uomo, io con Daniele, ed eccoci qui in una bella diapositiva a quattro


Eh, il suo uomo è proprio fotogenico, anche se un po' grigetto.
E sì, io ero senza calze. Per chi mi diceva che "A Londra lo vedrai che freddo fa", con i dodici gradi degli ultimi giorni ho potuto farlo. Alla faccia del freddo.

E basta.

Io lo sapevo che Londra sarà il trampolino di lancio verso la conoscenza di decine di persone e amiche di web. A Londra ci passato tutti prima o poi, a Catania nessuno o quasi.

E basta.

Ps: A proposito di Anonimi simpaticoni e altro, lo so che me le attiro le critiche, ma... mi sa che inizierò a fare video.

Cià!

.

25 dicembre 2012

Martedì 25 Dicembre 2012

Potevo mancare all'appuntamento annuale con il post sui regali di Natale?
(Lo metto per comodità sul Week Purchases anche se non è Domenica oggi)

Ovviamente no.

Come al solito mi sono autocomprata qualcosina facendomi restituire i soldi dai miei familiari.
Ho approfittato dei prezzi duty free all'aeroporto di Heathrow quando sono scesa a Catania, e ho preso le cuffie Wesc che volevo tanto


e i miei primi trucchi Mac


Avevo fretta, e dopo aver provato milioni di lipstick ne ho preso solo uno. Spero la prossima volta di poterne prendere almeno altri due. Ho preso l'Amorous, ma poi ve ne parlerò meglio quando lo userò.
12 pound uno, ed in Italia sono anche aumentati i prezzi di un euro o due se non sbaglio.
Ho poi comprato la matita nera classica, ma sono già pentita. E' troppo morbida e sembra che all'interno dell'occhio non scriva benissimo. Ma di nuovo, vi dirò meglio quando la userò costantemente. E comunque la matita nera la uso ogni giorno, per cui brutta o no, avrò modo di consumarla. Ma ho già deciso che prenderò quella Urban Decay di cui tutte parlano: l'ho provata da Sephora ed è meravigliosa.

Come prodotti catanesi ho invece ricevuto due ombretti Kiko bellissimi, uno verdone scurissimo/blu e uno color ruggine


due smalti Kiko (peccato che per il lavoro io non possa indossarli)


Pacchettini multiregalo da parte delle mie cugine (purtroppo non ho potuto portare tutto a Londra, per cui questi li ho aperti in Italia)


Cazini impacchettati a mo di cupcakes, candeline a forma di omino biscottino e presine natalizie per la cucina <3


e poi due cosine newyorkesi, bicchiere, pecurazza (lasciati a Ct però) e posatine portatili.
Sabrina, conoscendo la mia passione per le tazze, me ne ha regalata una bellissima e tanto invernale (ma non solo natalizia). Peccato non sia venuta bene la foto... una renna a pois!



Gladis mi ha regalato, per la mia collezione appena avviata, un salvadanaio a forma di cupcakes. Carinissimo, e metterò tutte le mini mance del nuovo posto dove lavoro (dato che qui non abbiamo le mance ufficiali ma solo l'intascamento degli spiccioli che certe volte lasciano i clienti... roba di venti centesimi al giorno, sommando le poche monetine da cinque che arrivano)


SW, mi ha regalato mascara e matitone Bella Oggi, marca di trucchi che non ho mai provato. Il matitone è scriventissimo ed è di una tonalità di marrone perfetta per me. Il mascara non l'ho ancora provato invece


Infine, dato che quando sono in fissa con qualcosa è difficile che mi passi, ho ricevuto anche il Samsara di Guerlain che ho tanto desiderato negli ultimi mesi. Che bellezza. Ma, sempre perchè ho delle strane fisse, prima di aprirlo dovrò finire i due profumi che ho qui con me. Quindi se ne parlerà tra chissà quanto tempo -.-


E basta.

Buon Natale e tanti auguri.

.

24 dicembre 2012

Lunedì 24 Dicembre 2012



                               Se non si fosse capito... buon Natale a tutti <3

.

23 dicembre 2012

Domenica 23 Dicembre 2012

Ho un nuovo lavoro.

Forse non vi ricordate del posto carinissimo di cui vi parlai qualche tempo fa,,, ma sì, adesso lavoro per loro.

Inviato curriculum Giovedì sera, ricevuta chiamata con conseguente colloquio Venerdì mattina, primo giorno di lavoro Sabato.
Più veloce di così non so cos'altro possa esserci.
Vi dirò di più: forse so l'inglese.
Dico forse perchè in realtà non lo conosco bene, ma credo di aver capito di saperlo parlare molto meglio di altre persone.

E niente.

Ho un lavoro.

E fra tre giorni iniziano i saldi!

.

20 dicembre 2012

Giovedì 20 Dicembre 2012

La cosa brutta diquesto blog, è che oramai non voglio più scrivere i miei dispiaceri perchè so già che risposte riceverò. E che critiche riceverò. E che insulti riceverò.

Sono in crisi completa.
Sono enorme (l'ho già detto, lo so), non troverò mai più un lavoro e, non per essere negativa, ma la vedo dura anche per Daniele, soprattutto in questo periodo.
Il punto è che non abbiamo soldi per stare qui due o tre mesi senza lavorare, sperando che il periodo passi.

Io sono molto sfiduciata, ed il fatto che sono grassa e che sia una fallita mi fa venire voglia di morire (per fortuna che domani è il grande giorno e moriremo tutti, grassi e magri). Non morire nel vero senso del termine, ma morire a letto senza vedere la luce del sole sì.

Un anno di dieta. Un anno di dieta PER ME  è tantissimo.
Un anno di dieta in cui ero diventata come volevo essere. Mi guardavo allo specchio e mi piacevo nonostante cellulite, poca tonicità e smagliature.
Da qualsiasi angolazione mi guardassi, pensavo che, cavolo!, finalmente la mia immagine riflessa allo specchio mi andava bene.

Sono una deficiente.
Non ho nessuna gisutificazione, nessuna.
E non ho nessuna voglia di ricominciare, dato che so già che di nuovo ci ricadrei (ovviamente ricomincerò, ma è tutta una farsa).

Venticinque chili avevo perso. Io non ci posso credere. Venticinque chili persi in un anno, e venti ripresi in tre mesi.
VENTI CHILI IN TRE MESI!!!

Sono ENORME.

Tutti mi dicevano che in Inghilterra il grasso è sdoganato, che i negozi hanno taglie per persone grasse... ma dove?
Oltre che da Primark, io non ho mai visto jeans della mia misura da nessuna parte.
E le linee plus size forse le hanno solo via web (ad esempio da Forever 21 di Oxford Street non c'è la linea per taglie forti).
Commesse grasse? Ma dove?
Lavoratrici grasse? ma dove?
Cioè, dove le avete viste?
Io ne ho viste veramente poche e solo in certi negozi (tipo HMV, dove non potrei lavorare dato che non ho un inglese perfetto).

Soffro di scoliosi in maniera importante e l'unico lavoro che potrò fare, sempre se qualcuno mi cagherà, saranno le pulizie negli alberghi. E non conosco nessuno che le abbia fatte che non sia scappato dopo un mese.

Detto questo, se resterò povera e pazza e se il mondo dovesse disgraziatamente continuare la sua esistenza anche fra 36 ore, potrei essere costretta a tornare a Catania, non volendo chiedere soldi ai miei. E a quel punto dovrei chiudere il blog ed eliminare la mia pagina Fb, nonchè eliminare me stessa.

Sì, ora direte che sono negativa, ma io vorrei proprio sapere un'obesa ignorante cosa dovrebbe fare e chi la dovrebbe prendere a lavorare con sè.

E poi c'è un'amica di un amico che gli ha detto che mi conosce tramite blog e sono una deficiente che parla sempre di grasso e di quanto sia lurida.

Do una pessima impressione di me.

Ma vaffanculo.

Mi sono scocciata a scrivere per adesso, mi sono rotta di me stessa e di tutto.

Quando avrò qualche argomento diverso, forse aggiornerò, se no ciao.

.

Ps: Mi sento libera di cancellare tutti i commenti con insulti pesanti fini a se stessi.

.

19 dicembre 2012

Mercoledì 19 Dicembre 2012

Boh.

Siamo ancora vivi e, nonostante lui abbia già iniziato a delirare e infuriarsi e lamentarsi, non ci siamo ancora aggrediti vicendevolmente.

Non ho però null'altro da dire per adesso.

Buonanotte -.-

.

15 dicembre 2012

Sabato 15 Dicembre 2012


Da stasera, io e Dani saremo conviventi.

Augurateci buona fortuna, che ne abbiamo davvero bisogno -.-

.

13 dicembre 2012

Giovedì 13 Dicembre 2012


 Domani riparto.

Tra due giorni inizierà la mia convivenza.

Non credo più molto nell'Amicizia, ma sono certa che Gabriele sia il mio migliorissimo amico.

Devo cercare un nuovo lavoro e odio la vita per questo.

Sono grassa.

Se domani becco pioggia divento una iena, dato che ho la valigia, il trolley/bagaglio a mano e la mia borsa pesante.

Sono partita con la valigia vuota e tornerò con la valigia strapiena. Di scarpe.

Boh.

.


10 dicembre 2012

Lunedì 10 Dicembre 2012

Io l'avevo detto che la mia sarebbe stata una vacanza mangereccia.
Cosa ho fatto in questi primi due giorni e mezzo qui?
Ho mangiato, ovviamente. E sono stata circondata da animali. L'Amore, in pratica <3

Partiamo dai gran docili.
Rivedere Biullor è stato bellissimo


Poi Ninetti con Daniele (anche rivedere Daniele è stato bellissimo!) a casa di Rob e Smith


Un gatto morbidoso e coccoloso a San Giovanni Li Cuti


e un dolcissimo cucciolo di Pinscher stamattina al centro commerciale, dove ho incontrato per caso Federica che lo teneva in grembo


Passando invece al cibo...

Ho pranzato con Gab da Blanc a Manger con la mia adorata chicken caesar salad


Ho cenato a casa di Roberta che ha preparato delle buonissime jacket potatoes


Ho pranzato con Dani all'Happy Wok ma vi evito le foto dei piatti stracolmi di cibo orientale.
Ho mangiato la scacciata con i broccoli


e la raviola alla ricotta (ho anche l'influenza agli occhi, credo. Mi lacrimano di continuo dopo aver preso un sacco di vento gelido)


E niente. Quando tornerò ai cento chili ne riparleremo, per adesso adios.

.

08 dicembre 2012

Sabato 8 Dicembre 2012


Non per fare quella che si lamenta sempre dell'Italia, però insomma...

Parto da Londra verso Milano Linate: 10 diversi rulli per il check in, suona la valigia con il laptop (non sapevo che dovessi tirarlo fuori dal bagaglio a mano), sacchetto trasparente pieno dei liquidi e, compresa l'apertura della valigia per il controllo, ho perso in tutto circa 20 minuti o poco meno.

Arrivo a Linate, e avevo la coincidenza dopo un paio d'ore, quindi nessuna fretta. Sono dovuta uscire e rientrare, per cui se tu compri una bottiglia d'acqua per il viaggio, e magari in aeroporto ti costa anche 3 pound, quando rifai il check in devi buttarla. E quindi devi rifare il check in. Ma perchè?
Non solo, ma il check in che devi rifare, devi farlo in una "stanza" con due rulli, strettissima, claustrofobica, con una fila chilometrica. Niente sacchetto trasparente per i liquidi (ho messo la trousse CHIUSA sul vassoietto e nessuno ha voluto controllarla). Niente che suona (che strano!). Quaranta minuti di attesa per una cosa inutile, dato che chi arriva da un altro volo dovrebbe avere la possibilità di non dover rifare tutto dall'inizio.

Sentito da almeno cinque persone accanto a me, dire che "Si vede che siamo in Italia".
Per cui non sono l'unica che deve sempre fare la negativa.

Volo da Londra puntualissimo, con l'imbarco iniziato in tempo decente e l'aereo praticamente vuoto (che spreco però. Odio gli aerei vuoti, anche se sono comodissimi).

Volo da Milano con imbarco iniziato all'orario della partenza. Immotivatamente, dato che c'erano le hostess ferme ed in silenzio davanti a noi, quindi era tutto pronto (ovviamente so che avranno avuto qualche problema, però insomma).

La compagnia, per la cronaca, era l'Alitalia.

E dietro di me c'era una famiglia con tre bambini. Non maleducati, ma ovviamente rumorosi come tutti i bambini. Parlavano con un tono di voce normale ed educato, ma non hanno smesso un minuto di farlo.

Se fai i figli, rassegnati alla solitudine finchè non avranno l'età per mettergli un cerotto in bocca.

E a Milano nevicava <3

.

05 dicembre 2012

Mercoledì 5 Dicembre 2012

.

Fui licenziata.

Ricapitolando:

- Peso 92 chili, suppongo (ingrasso di un chilo al giorno)

- Sono disoccupata

- Non faccio lo shampoo da cento giorni

- Sono povera e il pensiero di non trovare un lavoro e di dover tornare in Italia mi fa venire da vomitare, l'ansia e l'odio

- Mangio fruit scones del Tesco come se non vi fosse un domani... e invece il domani c'è, e il chilo dell'indomani c'è anche

- Finalmente potrò indossare i miei piercing e mettere lo smalto almeno finchè non troverò un altro lavoro

- Mi puzzano i piedi e dall'Italia mi riporterò le mie scarpe nere di H&M, così potrò buttare le merde del Primark che hanno un odore osceno

- Tra due giorni sarò in Italia

- Essendo disoccupata, questa settimana in Italia mi farà cagare, dato che dovrei restare qui a consegnare Cv e invece sarò lì (ma il biglietto è costato un sacco e non posso perdere quei soldi)

- Sono disoccupata

- Sono grassa

- Merda, cagare

- Amo la ripetitività e amo lamentarmi di tutto, compreso dell'essere disoccupata

- Odio la parola disoccupata e l'avrò scritta dieci volte almeno qui

- Recupererò il sonno perduto, forse, ma non prima di una settimana (perchè domani faccio l'ultimo giorno di lavoro e poi dopodomani parto presto per Ct e poi a Ct non so se riuscirò a dormire)

- Ho sonno, per cui sto delirando

- In varie zone della città sta nevicando. Aspetto anche io la prima vera neve della mia vita a questo punto

E comunque fui licenziata perchè non sono quick. La sapevo già la motivazione e hanno ragione, però resta il fatto che adesso starò in ansia finchè non troverò un altrio lavoro.
Quando troverò un altro lavoro.
Se troverò un altro lavoro.

.

02 dicembre 2012

Domenica 2 Dicembre 2012

Shopping dell'ultima settimana. Il primo pezzo che vi mostro però risale a due settimane fa, ed è una bella borsa semplice e capiente presa da Zara, di color rosso bordeaux, quindi leggermente più scura di come appare in foto


Prima di comprarla ha anche dovuto passare il test della prova del taschino. Se devo comprare borse che costino più di un paio di pound o euro, devono avere una tasca vicino al manico, e questa tasca deve essere abbastanza capiente da contenere telefono, Oyster, pass del lavoro e chiavi di casa. Il test l'ha passato, seppur la grandezza della tasca non sia paragonabile a quella dell'attuale borsa di H&M che utilizzo quotidianamente (ma i cui manici si stanno lentamente sgretolando ed è per qusto che, a malincuore, ho preso una sotituta... che ancora non sta sostituendo però), e anche il manico è della giusta lunghezza e va bene anche col cappotto senza stringere.

A proposito di borse, io e Giulia abbiamo ricevuto in regalo una shopper molto carina, capientissima e super resistente, due giorni fa a Covent Garden. Si festeggiava la shopping night. Ovviamente per loro shopping NIGHT significa che i negozi chiudono alle nove di sera e non alle sei come ogni giorno -.-


Seven Dials è la zona dove si concentrano sette vie piene di negozi molto carini, librerie, ristoranti e roba moderna, street style e particolare. Bella!

Sono poi andata da Primark a comprare qualcosina da portare a Catania, e ne ho approfittato, guarda un po', per comprare due cianfrusagliette: un maglione orrido - ma io amo questi maglioni da nonno peruviano-  come piace a me


e degli orecchini che volevo da tanto, e cioè i pendenti con le croci. Rimandavo l'acquisto nei vari negozi in cui li vedevo perchè alla fin fine non esco molto spesso e non ho grandi occasioni di usarli, ma per un pound posso correre il rischio di farli ammuffire, per cui ora sono miei


Per finire, ecco un altro regalo. C'era il 3X2 su un sacco di prodotti da Superdrug, quindi ho comprato due regalini a mia sorella e io ho scelto un ombretto gratuito da tenere per me, il Shade 28 - Pearl di MUA


C'erano anche colori più pazzi, ma io amo gli ombretti shimmer, di colori sobri ma che si notino, e quindi la mia scelta è caduta su questo color sabbia bruciata (?) luccicante.
Non ho mai provato i trucchi della MUA ma ne ho sempre sentito parlare bene. Vedremo.

Buona Domenica!

.